Una lista completa dei tipi di marketing e 31 strategie efficaci per metterli in atto


Strategie di content marketing

Il settore del marketing è in continua evoluzione. Grazie all'invenzione di nuove tecnologie e al continuo avanzamento del pensiero creativo, esistono numerosi tipi di marketing e strategie da intraprendere per il tuo business. Dal creare il tuo sito web, alla costruzione di un seguito sui social, i modi per promuovere il tuo prodotto o servizio sono pressochè infiniti.


Ecco perché abbiamo creato una lista che mette insieme i diversi tipi di marketing e le strategie promozionali più usate, per farti scoprire come utilizzarle per far crescere il tuo business.


Mentre leggi l’articolo, pensa a quali metodi vorresti provare e alle tipologie di marketing a cui vuoi dare la priorità e sviluppa un piano per integrarle nella tua strategia esistente.


Tipi di marketing per il tuo business

  • Marketing digitale

  • Outbound marketing

  • Inbound marketing

  • Marketing dei contenuti

  • Marketing sui social media

  • Marketing sui motori di ricerca

  • Marketing organico

  • Pubblicità

  • Marketing video

  • Influencer marketing

  • Marketing di affiliazione

  • Outreach marketing

  • Email marketing

  • Guerilla marketing

  • Marketing tramite passaparola

  • Marketing tramite referral

  • Marketing di acquisizione

  • Retention marketing

  • Brand marketing

  • Marketing comportamentale

  • Nostalgia marketing

  • Neuromarketing

  • Marketing emozionale

  • Pubbliche relazioni

  • Marketing relazionale

  • Voice marketing

  • Marketing in partnership

  • Marketing generato dagli utenti

  • Marketing stagionale

  • Stealth marketing


Immagine che illustra differenti tipologie di marketing

01. Marketing digitale


Il marketing digitale non si riferisce a nessun tipo di strategia specifica; è invece un termine che comprende qualsiasi forma di marketing che usa tecnologie digitali. Ad oggi, il marketing digitale è diffuso tra quasi tutti i professionisti che si occupano di marketing. Tuttavia, è anche importante ricordare che questa tipologia di marketing è recente tanto quanto gli strumenti tramite i quali la si pratica, come smartphone e Internet. Grazie a questi progressi tecnologici, il marketing si è evoluto per rivolgersi ai clienti in modi nuovi e più interessanti.


Continuando nella lettura, noterai che la maggior parte dei tipi di marketing trattati in questo articolo sono forme di marketing digitale e comprendono:

  • Marketing dei contenuti

  • Marketing sui social media

  • Marketing sui motori di ricerca

  • Mobile marketing

  • Email marketing

  • Pubblicità online



strategie di marketing digitale

02. Outbound marketing


L'outbound marketing è un tipo di marketing che consiste nell'approcciare possibili clienti attivamente. Questo metodo era particolarmente diffuso prima che il marketing digitale diventasse una pratica comune, in quanto comporta l'uso di chiamate telefoniche, annunci stampa e spot televisivi come mezzo primario per attirare i clienti.


Eppure, l'outbound marketing rimane una pratica di marketing diffusa ancora oggi tramite mezzi digitali. Gli email blast, per esempio, che sono campagne email inviate a un'ampia lista di abbonati, continuano a essere una tattica promozionale popolare.


L'outbound marketing è spesso criticato perché si rivolge, di solito, a un pubblico abbastanza generico, inclusi coloro che potrebbero non essere interessati al tuo prodotto o servizio. Ciò nonostante, questo tipo di marketing può essere efficace se usato strategicamente, considerando attentamente gli obiettivi, il pubblico target e gli indicatori chiave di performance dell’azienda.


03. Inbound marketing


L’inbound marketing è un termine che comprende quasi tutti i tipi di marketing, dai social media al marketing dei contenuti. Quindi, cosa rende una particolare strategia di marketing una strategia inbound? La distinzione è determinata meno dal metodo specifico e più dalla tecnica generale.


In quanto marketer inbound, il tuo lavoro è quello di permettere ai consumatori di prendere decisioni informate in autonomia. Invece di approcciare direttamente i clienti, li guiderai verso il tuo prodotto offrendo risorse utili, consigli, e spiegando loro perché il tuo prodotto è la soluzione perfetta per le loro necessità. Questo può essere fatto fornendo contenuti di valore sul blog, rendendoti disponibile via email e live chat, e continuando a offrire supporto anche dopo aver effettuato una vendita.


L'inbound marketing impiega una strategia molto diversa dall’outbound. Negli ultimi anni, è diventato il più popolare tra i metodi di marketing moderni, perchè, essendo meno aggressivo, non solo rende i consumatori felici, ma fa anche in modo che ritornino.


Uno dei metodi di inbound marketing più comuni è il marketing dei contenuti, di cui leggerai qui di seguito.


strategie di marketing: inbound marketing

04. Marketing dei contenuti


Probabilmente avrai notato che molti dei risultati di ricerca su Google provengono da blog gestiti da aziende. Ma perché così tante aziende decidono di creare un blog per la loro attività? E cosa c'entra un blog con il marketing?


La risposta è che avere un blog è cruciale per fare marketing dei contenuti, una delle strategie di marketing più efficaci. Fra le tipologie più importanti di inbound marketing, il marketing dei contenuti costituisce una parte essenziale delle strategie di marketing di qualsiasi azienda.


Nel suo complesso, il marketing dei contenuti comporta la creazione e la distribuzione di contenuti. Questo non vuol dire solamente scrivere dei post sul blog aziendale, ma anche pubblicare contenuti sui social media, scrivere ebook su un particolare argomento, condividere infografiche ricche di dati, creare contenuti video e, persino, lanciare un podcast. Qualunque tipo di contenuti tu scelga di condividere, l'obiettivo è quello di fornire informazioni di valore al tuo pubblico di riferimento, che lo coinvolgano fornendo informazioni e assistenza, stimolando l'interesse per il tuo prodotto o servizio.


Esempio di strategie di content marketing

05. Marketing sui social media


Alcuni esperti di marketing sostengono che il marketing sui social media faccia parte del marketing dei contenuti, mentre altri che sia un mondo a sé. In qualsiasi categoria la si collochi, questa preziosa strategia di marketing comporta la creazione di contenuti per le piattaforme social, come Facebook, Instagram, Twitter, Pinterest, LinkedIn o YouTube, per promuovere il tuo brand. Molte aziende usano una combinazione di diverse piattaforme come parte della loro strategia di social media marketing. La scelta delle piattaforme dipende in gran parte da dove è più attivo il tuo pubblico target e da come vuoi che il tuo business venga rappresentato.


Esempi di strategie di marketing sui social


06. Marketing dei motori di ricerca


Il marketing dei motori di ricerca, noto anche come SEM (Search Engine Marketing), comprende tutti i tipi di marketing che utilizzano Google e altri motori di ricerca come strumento primario per mostrare materiale promozionale. L'obiettivo del SEM è quello di far apparire il tuo business sulle pagine dei risultati dei motori di ricerca (Search Engine Results Pages, SERP). Quando una pagina del tuo sito web, come una landing page o un post del blog, appare nei risultati dei motori di ricerca in risposta alla ricerca di un utente, questo trova la tua azienda, sperando, poi, che faccia clic sul risultato, navigando così verso il tuo sito.


Il marketing dei motori di ricerca può essere diviso in due tipi: ottimizzazione per i motori di ricerca (SEO) e pubblicità pay-per-click (PPC). La differenza principale tra i due metodi è che la SEO è organica (non a pagamento), mentre il PPC comporta l'acquisto di pubblicità e inserzioni.


Per iniziare a ottimizzare il tuo sito per i motori di ricerca, dovrai prima sapere quali tecniche ti permetteranno di raggiungere un buon posizionamento nei risultati dei motori di ricerca. Questo comprende sia aspetti tecnici del tuo sito, come la sua struttura e la sua velocità, sia l'implementazione di parole chiave. Il marketing dei contenuti e la SEO sono strettamente connessi, dal momento che più i contenuti del tuo blog e del tuo sito web sono ricchi di parole chiave rilevanti, maggiori sono le tue possibilità di apparire su Google.


L'altro tipo di marketing dei motori di ricerca, il PPC, può essere fatto in parallelo con la tua ottimizzazione SEO. Le inserzioni PPC sono i contenuti sponsorizzati che vedi all'inizio delle pagine dei risultati di ricerca. Se vuoi pagare per farti pubblicità su Google, prova Google Ads. È una delle scelte più popolari e affidabili per il marketing PPC.



Esempio di strategie di marketing seo per sito di ricette


07. Marketing organico


Hai già incontrato questo termine quando parlavamo di ottimizzazione per i motori di ricerca. Essa, insieme al marketing dei contenuti e a quello sui social media, è parte di una categoria di marketing estremamente efficace conosciuta come marketing organico.


Il termine marketing organico si riferisce a qualsiasi forma non pagata di marketing che mira ad attrarre naturalmente (organicamente) potenziali clienti verso il tuo business. Per utilizzare questa tipologia di marketing con profitto, è necessario imparare le migliori tecniche da implementare per far sì che i motori di ricerca e le piattaforme social mostrino i tuoi post in una posizione di rilievo. Questa pratica è l’opposto della promozione "artificiale" del tuo business tramite link o post a pagamento.


Il marketing organico costituisce le fondamenta dell'inbound marketing, dal momento che si basa sul principio che la creazione di contenuti coinvolgenti sui social e sul tuo sito, e una buona ottimizzazione per i motori di ricerca, metteranno il tuo business sotto i riflettori e guideranno nuovi clienti verso il tuo brand. In generale, il marketing organico è considerato meno invasivo della pubblicità, dal momento che si concentra sul coltivare i potenziali clienti e attirarli verso il business nel tempo.


08. Pubblicità


Questo ci porta al prossimo tipo di strategia promozionale: la pubblicità. La pubblicità è uno dei tipi di marketing che prevede l'uso di campagne pubblicitarie per presentare il tuo brand, prodotto, servizio o idea al mondo.


Esistono più modi di fare pubblicità di quanti se ne possano contare. Per esempio, metodi di pubblicità online, come gli annunci PPC e gli annunci sui social, così come metodi più tradizionali come annunci pubblicitari sulla TV, sulla radio, sui cartelloni pubblicitari e i codici QR.


Come per le tipologie di marketing legate ai social media, scegliere le piattaforme pubblicitarie giuste significa prendere in considerazione i dati demografici e gli interessi del tuo pubblico di riferimento, così come il modo di presentare il tuo messaggio. Gli annunci Instagram, per esempio, tendono a raggiungere i più giovani, ma saranno quasi invisibili per il pubblico più adulto che è meno interessato alla piattaforma.

09. Marketing video


Come avrai notato, i contenuti di marketing possono avere una vasta gamma di formati: dagli articoli del blog ai post sui social media, fino ai podcast. Un altro di questi formati è quello video.


Incorporare video nelle tue risorse di marketing è divertente e coinvolgente, ed è anche un ottimo modo per mostrare il lato creativo del tuo brand, dandoti ampio tempo e spazio per trasmettere il tuo messaggio.


Puoi usare il marketing video non solo per promuovere il tuo prodotto, ma anche per fornire ai potenziali clienti consigli utili e approfondimenti sul tuo settore. Immaginalo come un post sul blog che si può guardare, con l'obiettivo di offrire valore al pubblico, per spingerlo a fidarsi e ad affidarsi alla tua azienda.


Esistono diversi spazi per visualizzare i contenuti video, tra cui YouTube, Facebook e Instagram, così come il tuo stesso sito web. Per iniziare scopri diverse idee per video su YouTube e prova il video maker di Wix.


Esempio di strategie di marketing con Wix Video Maker

10. Influencer marketing


Torniamo nuovamente ai social media, visto che rappresentano una delle migliori piattaforme per raggiungere un pubblico diversificato. Il solo Instagram vanta oltre 2 miliardi di utenti attivi ogni mese, e l'80% degli utenti di Instagram afferma di aver acquistato un prodotto che ha visto sull'app.


L'influencer marketing è quella tipologia di marketing che consiste nello sfruttare il potere di Instagram e di altre piattaforme social collaborando con gli influencer, che hanno già una base di follower attivi e fedeli. Queste persone sono considerate esperti nel loro campo, e i loro follower prenderanno seriamente le loro raccomandazioni. Ciò significa che quando un influencer sostiene il tuo prodotto, questo otterrà credibilità istantanea agli occhi dei suoi follower, dando così più esposizione al tuo brand e attirando nuovi clienti. Rivolgersi agli influencer per creare contenuti è una tendenza che crescerà ancora di più nel 2022.


Solitamente, gli influencer richiedono un compenso in cambio della promozione dei tuoi prodotti o del tuo brand, dato che molti di loro hanno fatto di questa attività la loro professione. In questo caso, sponsorizzerai uno dei loro post sui social media.


Un influencer molto famoso (con più di 100.000 follower) sarà più richiesto e probabilmente si farà pagare di più di un micro-influencer (con 5.000-100.000 follower). Spesso, i micro-influencer accettano prodotti gratis, invece di un pagamento, soprattutto se hanno appena iniziato. Fai una ricerca per scoprire quali partnership saranno le più adatte per il tuo mercato e il tuo budget.


11. Marketing di affiliazione


Oltre a pagare gli influencer per dei post sponsorizzati, puoi pagarli anche per condividere contenuti in quanto affiliati. Questa è una pratica nota come marketing di affiliazione o, in inglese, affiliate marketing.


Il marketing di affiliazione coinvolge due attori: il venditore e l'affiliato. L'affiliato è chi promuove un prodotto al suo pubblico, e, in cambio, guadagna una percentuale dalle vendite.


Come funziona? Come proprietario di un business, inizierai a entrare in contatto con gli affiliati direttamente o li contatterai tramite un'agenzia. Una volta accettato di collaborare con te, fornirai al tuo affiliato un link unico al tuo negozio online.


Poi, l'affiliato promuoverà il tuo link in vari modi, per esempio includendolo in un post sul blog, un post su Instagram o un video su YouTube. Quando un cliente cliccherà sul link per effettuare un acquisto, l'affiliato guadagnerà una commissione dalla vendita.


Il vantaggio di questo tipo di marketing è che può portare al tuo business una più ampia esposizione. Collaborando con affiliati che hanno già un grande pubblico sulle loro piattaforme di social media o blog, avrai la possibilità di raggiungere nuovi clienti.


12. Outreach marketing


Cosa hanno in comune il marketing degli affiliati e l'influencer marketing? Entrambi i tipi di marketing riguardano la collaborazione con persone al di fuori della tua azienda per promuovere il tuo prodotto o servizio.


Questo è il principio base dell'outreach marketing. Un'efficace strategia di outreach comporta l'utilizzo di email apposite, per costruire relazioni con chi può influenzare le opinioni dei consumatori sul tuo brand, come per esempio: influencer sui social media, blogger, giornalisti e anche altre aziende.


Lo scopo di entrare in contatto con queste persone è quello di far sì che parlino del tuo brand su un sito noto o su un canale social media. Questo rafforzerà l'autorità del tuo brand nella tua nicchia, costruendo allo stesso tempo la riconoscibilità del tuo brand e aiutandoti a ottenere visibilità. È anche un ottimo modo per fare rete con persone influenti che potrebbero essere utili al tuo business in futuro.


Molte aziende usano l'outreach marketing anche per i backlink, o link da siti esterni al proprio sito. Avere un alto numero di backlink da fonti credibili e autorevoli fa bene alla SEO e può portare più traffico verso il tuo sito web. Ciò detto, non iniziare a creare link senza prima fare un'attenta ricerca, poiché i motori di ricerca potrebbero penalizzarti per negligenza.


13. Email marketing


L'email marketing è uno dei tipi di marketing più efficaci. Infatti, la maggior parte dei proprietari di piccole e medie imprese si affida alle email come canale primario di acquisizione e per mantenere i propri clienti.


L'email marketing consiste nell'invio di email ai clienti, potenziali ed esistenti, con l'obiettivo di effettuare vendite o di guidarli nel tuo funnel di marketing. Poiché è un modo diretto di raggiungere i clienti, esso tende a generare alti ritorni sull’investimento. Per ogni dollaro speso in email marketing, il ritorno sull’investimento medio è di 38 $.


A seconda dei tuoi obiettivi, puoi inviare diverse tipologie di email al tuo pubblico, comprese le newsletter informative, per promuovere il lancio di un nuovo prodotto, di una promozione o dei promemoria per i carrelli abbandonati. È importante ricordare, nel rispetto del GDPR, che tutti coloro a cui invii email devono aver acconsentito a ricevere i tuoi messaggi.


Per iniziare a creare la tua lista iscritti, aggiungi al tuo sito web dei moduli di acquisizione dei contatti, in modo che i visitatori possano inserire i loro nomi e indirizzi email. Assicurati che i moduli siano accattivanti e che il testo che usi sia convincente e incoraggi chi lo legge a iscriversi alla tua mailing list.


Strategie di marketing via email


14. Guerrilla marketing


Come abbiamo detto, la maggior parte delle tecniche promozionali di cui parliamo in questo articolo sono costituite da diversi tipi di marketing digitale. Il guerilla marketing, però, è un po' diverso. È uno di quei rari tipi di marketing moderno che comprende l'utilizzo di tattiche offline.


Il guerilla marketing consiste nell'utilizzo di metodi nuovi e non convenzionali per aumentare le vendite e rendere il tuo brand riconoscibile. Anche se a volte comporta l'uso dalla tecnologia, come i social media o i dispositivi mobile, generalmente coinvolge un piccolo gruppo di persone e l'utilizzo di metodi audaci per promuovere un brand in un luogo fisico molto frequentato. Questo può voler dire qualsiasi cosa, dall'uso della street art in uno spazio pubblico, alla creazione di coinvolgenti esperienze pop-up in location alla moda.


Il guerilla marketing è fattibile anche con un budget basso, ma richiede un alto impatto e un'esecuzione rapida e ben organizzata. Se sei pronto per la sfida, è un modo divertente e originale per far parlare del tuo brand.


15. Marketing tramite passaparola


Hai mai sentito il motto “I clienti soddisfatti sono i tuoi migliori sostenitori”? Questa è l'idea alla base del marketing tramite passaparola ( in inglese, Word of Mouth Marketing, WOMM), che consiste nel convincere i clienti soddisfatti a parlare del tuo prodotto o servizio.


Questo è importante per due motivi. In primo luogo, il raggiungimento di una buona strategia di marketing tramite passaparola significa che hai clienti fedeli che si spendono per il tuo brand. E visto che queste persone raccomanderanno il tuo prodotto ai loro amici, otterrai ancora più potenziali acquirenti. Dopo tutto, i consumatori danno più peso alle raccomandazioni di un amico fidato che a quelle di un venditore di parte.


Non esiste un approccio collaudato per creare una strategia di passa parola efficace, ma l'ingrediente essenziale è la felicità del consumatore. Offri un servizio clienti di prim'ordine e fai del tuo meglio per soddisfare le esigenze dei tuoi clienti, dal modo in cui progetti i tuoi prodotti ai tuoi valori come brand. Dai il tuo meglio e riceverai recensioni positive.


16. Marketing tramite referral


Il referral marketing, o marketing tramite commissione, è uno dei modi per sfruttare il potere del passaparola. Questa pratica comporta la costruzione di un programma di referral, ossia un modo per incentivare i tuoi attuali clienti a raccomandare i tuoi prodotti ad altri. In genere, questi programmi funzionano offrendo sia al cliente che al suo amico degli sconti quando il cliente convince l'amico a comprare qualcosa.


Airbnb, per esempio, incentiva i clienti con 25 dollari di sconto sulla loro prossima prenotazione quando presentano Airbnb a un amico che poi usa il servizio. Questo programma di referral si è rivelato di successo, tanto che, in alcuni mercati, ha aumentato le prenotazioni di oltre il 25%.


17. Marketing di acquisizione


Il marketing di acquisizione, come suggerisce il nome, ha il solo scopo di acquisire nuovi clienti. Esempi di marketing di acquisizione comprendono l'uso della SEO, creare contenuti del blog per attirare potenziali clienti, landing page, la strategia aui social media o gli annunci su Google. Tutto ciò che mira direttamente a ottenere nuovi clienti o contatti è considerato marketing di acquisizione.


L'obiettivo di questa tipologia di marketing è quello di creare risorse che costringano i potenziali clienti a cliccare su di esse. Offrire prodotti premium gratis e periodi di prova gratuiti, ottimizzare il tasso di conversione del tuo sito web e includere CTA strategiche nel tuo contenuto sono tutte tecniche valide per acquisire nuovi clienti.



Tipologie di marketing di acquisizione

18. Retention marketing


Il retention marketing va di pari passo con il marketing di acquisizione per generare nuove vendite. Una solida strategia di marketing richiede l'implementazione di entrambe le tipologie di marketing. Detto questo, il retention marketing si differenzia dall'acquisizione per i diversi obiettivi e indicatori chiave di performance.


Mentre il marketing di acquisizione si concentra sull'acquisizione di nuovi clienti, il retention marketing mira a far ritornare e a mantenere i clienti esistenti. Questa è una pratica efficace e con un alto ritorno sugli investimenti. Infatti, acquisire nuovi clienti è più costoso del mantenere quelli esistenti. Inoltre, aumentare i tassi di ritenzione dei clienti esistenti di appena il 5% può incrementare i profitti fino al 95%.


Un'efficace strategia di retention marketing consiste nel dare ai clienti più di quello che si era promesso all'inizio. Trova il modo di far sì che il tuo business superi le aspettative dei clienti fin dall'inizio. A volte è sufficiente anche un tocco personale, come una nota di ringraziamento scritta a mano, per fare la differenza. Impegnati al massimo per soddisfare i tuoi clienti, che si tratti di inviare sondaggi di feedback o di fare qualcosa in più per affrontare i loro problemi. Infine, programma l'invio di email automatiche e continua a proporre ai clienti esistenti prodotti rilevanti e altri aggiornamenti commerciali, anche dopo il primo acquisto.


19. Brand marketing


A differenza del marketing di acquisizione e del retention marketing, il brand marketing non si concentra sul generare vendite. Il suo obiettivo primario è quello di modellare la percezione pubblica del tuo brand. Per chi è interessato al marketing legato agli eventi, creare una percezione positiva del brand è fondamentale.


In altre parole, il brand marketing consiste nel promuovere l'identità e l'essenza di un brand, non i suoi prodotti. Per far questo, è necessario creare un linguaggio che sia coerente, sia dal punto di vista testuale che visuale. Nel primo caso, creando una storia per il tuo brand che sia convicente, così come una filosofia che metta in luce i valori dell’azienda. Nel secondo caso, creando un logo, un design e una palette colori coesi che rappresentino il tuo brand.


Affinché i tuoi sforzi siano efficaci, il tuo brand deve essere in linea con gli interessi, i valori e le esigenze del tuo mercato di riferimento. Inizia facendo una ricerca sul tuo pubblico target, e poi crea un brand che gli si rivolga direttamente.


Esempio di strategie di marketing del brand

20. Marketing comportamentale


Il marketing comportamentale è un tipo di marketing che usa il comportamento dei consumatori per decidere come rivolgersi a loro con del materiale rilevante. Questo implica segmentare attentamente il pubblico in base al comportamento online.


Per ottenere dati comportamentali, è necessario consultare la cronologia di ricerca degli utenti, i cookie e le azioni compiute sul tuo sito. Questi dati offrono importanti informazioni sugli interessi di un particolare utente e sulla sua disponibilità all'acquisto. Sulla base di queste informazioni, i marketer possono creare campagne promozionali su misura per diversi tipi di pubblico.


Come ci si potrebbe aspettare, questo generalmente non viene fatto manualmente. L'automation marketing, infatti, gioca un ruolo fondamentale, con determinati comportamenti che innescano campagne specifiche. Una particolare azione sul tuo sito web, per esempio, potrebbe mostrare all'utente un annuncio rilevante su Facebook o inviare un'email automatica per suggerire prodotti correlati a quelli appena visualizzati o acquistati.


21. Nostalgia marketing


Questo tipo di marketing sfrutta la nostalgia per creare sentimenti legati al brand. Questo significa inserire nei tuoi materiali promozionali concetti familiari che evocano bei ricordi, ed è un ottimo modo per creare fiducia verso una nuova azienda.


Pensa al fascino retrò di un videogioco a 8-bit o a una bottiglia di vetro della Coca-Cola con il suo intramontabile logo rosso. Questi prodotti fanno appello al nostro amore per il passato, al nostro desiderio di infanzia e di semplicità.


Per sfruttare questa tipologia di marketing, prova a lanciare una campagna sui social basata sulla nostalgia, che incorpori riferimenti nostalgici e risvegli ricordi d'infanzia nel tuo pubblico target. Assicurati che il tuo messaggio sia coerente con la storia, i valori e il prodotto del tuo brand.


22. Neuromarketing


Un altro importante tipo di marketing è il neuromarketing. Esso rappresenta un intero campo del marketing che applica la neuropsicologia alla ricerca di mercato. Analizzando l'imaging e la scansione del cervello per misurare i segnali fisiologici e neurali, i neuro marketer studiano la risposta del cervello agli stimoli di marketing. In questo modo è possibile capire, per esempio, se un cliente è veramente contento di un particolare prodotto, anche se non lo esprime verbalmente.


Questo non è solo un modo affascinante per imparare di più sul comportamento umano, ma anche aiuta le aziende a creare materiali di marketing che funzionino davvero. Tutti i tipi di marketing prendono in considerazione la psicologia, ma il neuromarketing si basa su una vera e propria scienza. Guidati dalla ricerca neurale, i professionisti del neuromarketing hanno un approccio più scientifico nel creare risorse di marketing, progettare prodotti e far crescere un brand.


23. Marketing emozionale


Restando nell’ambito della psicologia del consumatore, parliamo ora di marketing emozionale. Questo tipo di marketing comprende qualsiasi azione di marketing che usi le emozioni come veicolo principale per convincere qualcuno ad acquistare o a interagire con un brand.


Per essere efficace, questa tipologia di marketing deve concentrarsi su un singolo sentimento, che si tratti di felicità, tristezza, rabbia, sorpresa, paura, disgusto o altro. Considera la campagna BellezzaAutentica di Dove, che evoca ottimismo, accettazione e considerazione di sé per promuovere i suoi prodotti.


Gli studi dimostrano che le emozioni giocano un ruolo maggiore del pensiero nel comportamento del consumatore. Perché? Perché la maggior parte delle persone preferisce seguire il cuore quando prende una decisione. Quindi, nelle campagne di marketing, non concentrarti solo sui vantaggi offerti dal prodotto, ma anche su come vuoi che il pubblico si senta quando lo usa.


24. Pubbliche relazioni


Conosciute anche come PR, le pubbliche relazioni sono un sottoinsieme del marketing che si occupa di gestire il modo in cui la tua azienda è rappresentata dai media. Questo comprende l'uso di comunicati stampa, di dichiarazioni ufficiali per i media su un articolo o un evento degno di nota, per incoraggiare i media a pubblicare contenuti sulla tua azienda.


Per esempio, puoi richiedere alla stampa di pubblicare articoli sul lancio della tua attività, sull'ultimo finanziamento ricevuto, su un premio vinto di recente, su un nuovo prodotto lanciato o su un contributo dato in beneficenza. L'obiettivo è plasmare la percezione pubblica del brand e far sì che la tua azienda venga percepita come leader del settore. Questo, a sua volta, aiuta a stimolare la domanda del tuo prodotto o servizio.


Anche se può essere combinato con altre tipologie di marketing, le pubbliche relazioni sono un lavoro a tempo pieno. Molte aziende hanno un team dedicato ad esse, il cui scopo è ottenere una copertura mediatica ampia e positiva.


25. Mobile marketing


Parte fondamentale di qualsiasi strategia digitale, il mobile marketing ha rapidamente guadagnato popolarità dall'avvento dello smartphone. Questa tecnica si riferisce a qualsiasi attività di marketing o pubblicità che utilizza i dispositivi mobile come principale piattaforma promozionale.


Se hai uno smartphone, probabilmente conosci già questa strategia. Notifiche push, messaggi SMS, marketing in-app e codici QR sono tutti metodi comunemente usati per promuovere un prodotto o un brand su mobile.


Il mobile marketing sfrutta il fatto che gli utenti portano i loro dispositivi mobile sempre con sé, e la tendenza a navigare casualmente sul web con il proprio smartphone, e usa questi dati per rivolgersi a potenziali clienti con messaggi ben studiati. Per esempio, i servizi di localizzazione di un telefono permettono alle aziende di rivolgersi agli utenti in base alla loro posizione fisica.


Esempio di strategie di marketing su mobile

26. Marketing relazionale


Questo tipo di marketing cerca di costruire relazioni a lungo termine con i clienti, piuttosto che concentrarsi su vendite o transazioni a breve termine. L'obiettivo di questa strategia di marketing è di creare una base di clienti fedeli che diventino poi acquirenti affidabili e sostenitori del tuo brand.


Il marketing relazionale dà la priorità al mantenimento dei clienti esistenti rispetto all'acquisizione di quelli nuovi, fornendo un servizio clienti di alta qualità, mostrando disponibilità nel rispondere alle domande e alle esigenze dei clienti, interagendo con loro sui social media o tramite la live chat sul sito web.


La costruzione di relazioni forti con i clienti non significa solo fornire loro un buon servizio fino al momento dell'acquisto. È importante continuare a interagire con loro anche dopo l'acquisto, per esempio offrendo un programma di fidelizzazione con vantaggi speciali, consigli su prodotti simili o guide per la cura del prodotto acquistato. Prestare attenzione ai clienti anche dopo l'acquisto è importante per coltivare una community intorno al tuo brand e costruire una relazione duratura con chi ti segue.


27. Voice marketing


Il voice marketing è uno dei tipi di marketing più recenti, che applica le pratiche della SEO alla ricerca vocale. Permette alle aziende di analizzare le ricerche vocali, invece che digitate sulla tastiera. Sebbene la ricerca vocale esista da tempo, negli ultimi anni è diventata sempre più popolare con la diffusione di speaker intelligenti, come Alexa di Amazon o Google Home e gli assistenti vocali degli smartphone come Siri.


Ci sono alcune differenze fondamentali fra la ricerca vocale e quella digitata su una tastiera, per esempio: chi cerca con la voce può usare frasi più lunghe o addirittura frasi complete. Se qualcuno naviga sul suo computer e ha voglia di un hamburger, potrebbe semplicemente digitare "ristorante hamburger" su Google. Invece, se sta guidando, potrebbe chiedere a Siri, "Dove posso trovare un hamburger?


Google si è adattato a questa variazione semantica della ricerca migliorando continuamente le capacità di elaborazione del linguaggio naturale (Natural Language Processing, NLP) del suo motore di ricerca. Per ottenere un buon posizionamento SEO, fai una ricerca sul come fare marketing vocale e adatta il tuo sito questo nuovo tipo di ricerca.


28. Marketing in partnership


Il marketing in partnership consiste nella collaborazione tra due o più aziende che uniscono gli sforzi promozionali per un beneficio reciproco. Collaborando con un'altra azienda, estenderai il tuo raggio d'azione al suo pubblico e viceversa. Questo è un ottimo modo per rendere il tuo brand riconoscibile, ottenere nuovi clienti, e collaborare con altre aziende che condividono i tuoi valori.


Se vuoi provare questa strategia di marketing, inizia col cercare aziende con un pubblico simile al tuo e con un'offerta di prodotti complementare alla tua, in modo che i clienti siano incoraggiati ad acquistare da entrambi. E, naturalmente, assicurati che l’azienda non sia una tua concorrente diretta o indiretta.


Le opzioni di marketing basate su partnership possono comprendere l'hosting di un webinar congiunto, la conduzione di uno studio di ricerca insieme, o la collaborazione per il lancio di un prodotto speciale. Per esempio, se gestisci una piccola azienda che vende salumi, potresti collaborare con una cantina locale e vendere i vostri prodotti insieme in cofanetti gourmet.


29. Marketing generato dagli utenti


Mentre il marketing in partnership sfrutta il potere di altre aziende, il marketing generato dagli utenti sfrutta quello del tuo pubblico. Qualsiasi strategia che permetta ai consumatori di partecipare a una campagna di marketing è considerata marketing generato dagli utenti.


La strategia più comune per questo tipo di marketing è quella far condividere agli utenti sui social post dove appaiono mentre utilizzano il tuo prodotto. Su Instagram, questo comporta tipicamente l'uso di un hashtag del brand, in modo che tutti i post possano essere raccolti in un unico feed.


Il vantaggio principale della condivisione di contenuti generati dagli utenti consiste nell'aumentare il coinvolgimento nei confronti del brand e nel renderlo riconoscibile. Inoltre, i contenuti che mostrano utenti reali che apprezzano i tuoi prodotti aiutano a convincere altri consumatori a provarli.


30. Marketing stagionale


Il marketing stagionale si riferisce alla commercializzazione di prodotti e servizi in determinati periodi dell'anno. Questo potrebbe significare lanciare una campagna di marketing per San Valentino, una per Natale e un'altra per il mese del Pride.


Sebbene ogni business possa beneficiare di questo tipo di marketing, è cruciale che lo intraprendano quelle attività che effettuano la maggior parte delle loro vendite proprio in questi periodi dell'anno. Un fiorista o un'azienda di gioielli, per esempio, vorrà investire nel marketing per San Valentino o per la festa della mamma.


Esempio di strategie di marketing per il mese del pride

31. Stealth marketing


Probabilmente hai già familiarità con il product placement, o collocamento di prodotti a fini promozionali in film, show televisivi o su altri media. Questo tipo di marketing è conosciuto come stealth marketing, anche detto undercover marketing.


Questa strategia di marketing comporta la promozione di un prodotto, senza che i consumatori sappiano di essere esposti alla sua pubblicità. Oltre al product placement, lo stealth marketing può anche essere effettuato nei forum online dove i marketer parlano di un prodotto per generare entusiasmo e fermento su un prodotto specifico.


L'obiettivo di questa strategia di marketing non è quello di generare immediatamente delle vendite, ma di far crescere la riconoscibilità del brand e di stimolare costantemente l'interesse per un determinato prodotto. Questa tecnica rende il pubblico più reattivo anche alla pubblicità diretta, poiché lo influenza in anticipo, creando alla base un'impressione positiva sul brand.


Raggiungi il successo con diversi tipi di marketing


Come puoi vedere, ci sono diversi tipi di marketing che puoi usare per far crescere il tuo business e generare vendite. Sebbene le strategie di marketing siano più di quante se ne possano contare, quelle elencate in questo articolo sono alcune delle più popolari ed efficaci.


Quando hai finito di leggere, seleziona le strategie di marketing che pensi siano più adatte al tuo business e al tuo budget. Poi, in base a quanto scelto, crea una strategia di marketing coesa e unificata, con campagne mirate, per far conoscere e crescere il tuo business.

Questo articolo ti è stato utile?