Come creare un'informativa sulla privacy per il tuo sito web


Esempio di sito con informativa sulla privacy

Al giorno d'oggi, la raccolta di dati associati ai visitatori e ai clienti di un sito web è diventata una pratica standard per il marketing. Utilizzando questi dati, puoi migliorare l'esperienza del cliente, perfezionare la tua strategia di marketing e, in alcuni casi, ottenere un guadagno supplementare. La raccolta di queste informazioni, tuttavia, comporta alcuni vincoli: i consumatori diventano sempre più attenti alla protezione dei loro dati e i governi regolano sempre più spesso il modo in cui le aziende possono raccoglierli e utilizzarli. Per esempio, l'Unione Europea richiede per legge (GDPR) l’applicazione di informative sulla privacy su ogni sito web che raccolga i dati dei propri utenti.


Per questo, il tuo sito web deve avere un'informativa sulla privacy che comunichi ai visitatori quali informazioni raccogli, per quale scopo e come le conserverai. Inoltre, l’informativa rende noto agli utenti come proteggersi in caso di eventuali violazioni alle normative sulla privacy vigenti da parte di chi gestisce il sito web in questione.



Cos'è un'informativa sulla privacy e perchè il tuo sito ne ha bisogno


L'informativa sulla privacy è uno standard di settore per qualsiasi sito web che raccolga i dati dei propri visitatori ed è richiesta per legge dal 2016 anno dell’approvazione del GDPR. Creare un'informativa sulla privacy dettagliata che illustri quali dati raccogli, perché li raccogli e come li utilizzi dimostra che hai a cuore la privacy dei tuoi utenti e aiuta a stabilire un rapporto di fiducia con loro.


Quando crei un'informativa sulla privacy per un sito aziendale, dai ai potenziali clienti la sicurezza di poter effettuare acquisti online, senza temere che le loro informazioni finiscano nelle mani sbagliate. Dì loro come proteggi i loro dati, soprattutto se elabori pagamenti online.

Quando decidi di creare un sito web con Wix, puoi regolare facilmente le impostazioni sulla privacy dalla sezione Privacy e cookies del Pannello di controllo di Wix. Qui, puoi creare un'informativa sulla privacy per il tuo sito, abilitare i banner dei cookie, garantire una trasparente raccolta dei dati e utilizzare strumenti che ti aiutano a preparare il tuo sito per il GDPR.


Noi di Wix prendiamo seriamente il nostro impegno nel proteggere i siti web dei nostri utenti e i loro dati. Per saperne di più su come lo facciamo, visita il nostro Centro per la privacy e la sicurezza informatica.



Come creare un'informativa sulla privacy


Dopo aver deciso come creare un sito web, esistono diversi modi per redigere una informativa sulla privacy che sia adatta alle nostre esigenze.


Per scrivere un’informativa sul trattamento dei dati personali che sia completa e adatta alla tua attività, dovresti affidarti a un avvocato. È l'opzione più costosa, ma un avvocato sarà in grado di personalizzare l’informativa sulla privacy in base alle tue esigenze e di fornire alla tua azienda la miglior protezione possibile.


Un'altra alternativa è quella di utilizzare generatori gratuiti di informative sulla privacy online, che forniscono un testo di base che potrai personalizzare. Alcuni generatori a cui fare affidamento sono Iubenda o GeTterms. Questi strumenti consentono di aggiungere all’informativa alcune sezioni pertinenti per il tuo business e offrono suggerimenti per aiutarti a determinare il tipo di linguaggio di cui potresti avere bisogno.


Un’opzione più economica è quella di scrivere la tua informativa sul trattamento dei dati personali utilizzando un modello o un esempio disponibile online, o già utilizzato da attività simili alla tua. In questo modo, avrai un'idea delle informazioni da inserire in un'informativa sulla privacy di base per un sito web come il tuo, potendo sempre aggiungere eventuali clausole e paragrafi rilevanti per la tua attività. Questa risorsa con vari esempi di informative sulla privacy può essere un buon punto di partenza.


Infine, l’ultima opzione è quella di scrivere la propria informativa sulla privacy da zero. Se scegli questa strada, ecco alcuni degli argomenti più importanti da trattare:


  1. Quali dati raccogli e come li utilizzi

  2. Come raccogli i dati

  3. Come comunichi con i visitatori del tuo sito

  4. Informazioni sulla sicurezza e sui ricorsi

  5. Privacy degli utenti minorenni

  6. Cambiamenti futuri

  7. Informazioni di contatto



1. Quali dati raccogli e come li utilizzi


In questa sezione della tua informativa dovresti elencare quali dati raccogli esattamente dai tuoi utenti. I dati raccolti possono includere il nome, l'età, l'indirizzo, gli interessi, i dati della carta di credito, le informazioni bancarie, l’indirizzo IP e quello email e altro ancora. Queste informazioni possono essere raccolte sia richiedendole direttamente ai visitatori, sia tramite strumenti di monitoraggio. Assicurati quindi di indicare cosa raccogli nel modo più accurato possibile per evitare qualsiasi malinteso.


Oltre a dire cosa raccogli, dovresti anche dire perché lo fai. Che utilizzi le informazioni per consigliare nuovi prodotti o per adattare le tue promozioni al pubblico di riferimento, sii trasparente per mettere i clienti a proprio agio. Un'affermazione come "Potremmo utilizzare le tue informazioni per fornirti offerte speciali" è efficace e aiuta i visitatori a capire meglio come vengono utilizzati i loro dati.


2. Come raccogli i dati


Durante la navigazione sul tuo sito, gli utenti si imbatteranno in alcune sezioni dove i loro dati verranno richiesti espressamente, come, per esempio, al momento di inserire i dati della carta di credito per il pagamento, o l’indirizzo email per iscriversi alla tua newsletter. Ciò nonostante, l'informativa sulla privacy del tuo sito web dovrebbe indicare tutti i modi in cui raccogli i dati, da quelli più ovvi a quelli meno ovvi.


Essere trasparenti non solo sulle informazioni che vengono raccolte direttamente, ma anche sugli strumenti di monitoraggio (per es. cookie, flash cookie, web beacon e altri) presenti sul proprio sito web è molto importante. Dovresti rendere noto nell’informativa, l'uso di moduli online, pop-up di opt-in e pagine di checkout, ma anche menzionare tutte le informazioni come indirizzi IP e posizione degli utenti che il tuo sito web raccoglie tramite i cookie.


3. Come comunichi con i visitatori del tuo sito


Uno dei motivi principali per cui i siti web raccolgono dati è la comunicazione con i clienti. Se raccogli informazioni di contatto, devi includere una clausola apposita.


Questa sezione indica agli utenti come e perché intendi contattarli. Se invii regolarmente newsletter via email o messaggi sui saldi, oppure fornisci aggiornamenti sulle transazioni tramite Facebook Messenger, SMS o e-mail, l'informativa sulla privacy del tuo sito web deve indicarlo. Assicurati di elencare tutti i metodi di comunicazione utilizzati e le modalità di utilizzo per evitare confusione o malintesi.


Se, per qualsiasi motivo, gli utenti non vogliono che le loro informazioni vengano raccolte, devono avere la possibilità di negare il loro consenso. La clausola deve quindi spiegare che i visitatori possono rinunciare alla raccolta dei loro dati in qualsiasi momento. Indica agli utenti come fare, rimandando a un link o fornendo un indirizzo email a cui rivolgersi. Infine, puoi anche menzionare che la scelta di non accettare la tua informativa sul trattamento dei dati personali potrebbe influire sull'esperienza che gli utenti hanno del sito. Per esempio, i prodotti o le offerte relativi alla loro posizione geografica o alla loro fascia demografica potrebbero non essere resi noti.



Esempio di pagina “Iscriviti ora” di un sito web


4. Informazioni sulla sicurezza e sui ricorsi


Le informazioni finanziarie sono un dato estremamente sensibile. L'informativa sulla privacy di un sito web può descrivere nel dettaglio le misure di crittografia e di sicurezza del sito implementate per proteggere informazioni sensibili come i numeri delle carte di credito, conti bancari e indirizzi di casa. Se gli utenti non si sentiranno sicuri a pagare sul tuo sito web, perderai potenziali guadagni.


Inoltre, dovresti comunicare ai clienti quali sono i loro diritti in merito alle informazioni personali che forniscono. In conformità con le normative sulla privacy vigenti in Europa, i visitatori del sito possono avere, tra gli altri, il diritto di accedere ai propri dati o di "essere dimenticati" (essere cancellati in modo permanente dai tuoi database). Nell’informativa, quindi, dovrebbero essere presenti un elenco dei diritti degli utenti e le modalità per esercitarli.


Infine, se i clienti ritengono che tu abbia violato la loro privacy o che non abbia rispettato in qualche modo l’informativa sul trattamento dei dati personali, devono avere a disposizione un metodo per fare ricorso. Aggiungi quindi una sezione che indichi ai visitatori chi contattare se ritengono che l’informativa sia stata violata. In questo modo dimostri di avere a cuore la privacy dei tuoi utenti.


Puoi anche informare i clienti che possono segnalare una violazione della privacy al Garante per la Protezione dei Dati Personali (GPDP).


Da sapere: i siti web creati su Wix offrono un monitoraggio 24 ore su 24 e utilizzano lo standard di crittografia migliore disponibile in commercio per proteggere le aziende e i loro clienti online. Supportati da una protezione anti frode, i siti sono anche conformi ai più elevati standard di dati Payment Card Industry. Pertanto, le aziende che operano su una piattaforma Wix riceveranno una sicurezza di livello aziendale gestita da esperti.


5. Privacy degli utenti minorenni


Dal momento che i dati personali dei minori sono particolarmente protetti, la tua informativa sulla privacy deve dichiarare come verranno trattati i visitatori minorenni del tuo sito e i loro dati. Anche se il tuo sito si rivolge principalmente ad adulti, potrebbe essere necessario aggiungere una breve clausola che ti protegga in caso ti trovi a trattare dati di soggetti minorenni.

Per esempio:


“I nostri servizi non sono destinati a utenti al di sotto della maggiore età. Non raccoglieremo volontariamente informazioni dai bambini. Se non sei maggiorenne, non dovresti scaricare o utilizzare i nostri servizi o fornirci informazioni. Ci riserviamo il diritto di richiedere una prova dell'età in qualsiasi momento al fine di verificare se dei minori stanno utilizzando i nostri servizi. Se ci accorgiamo che un minore sta utilizzando i nostri servizi, possiamo negare l'accesso ai nostri servizi e bloccare quell'utente, e possiamo cancellare qualsiasi informazione che abbiamo su quell'utente. Se hai ragione di credere che un minore ci abbia rivelato delle informazioni, contattaci come indicato qui di seguito.”


Se, invece, tuo sito web si rivolge a bambini di età inferiore ai 18 anni, dovrai creare un'informativa sulla privacy più dettagliata. Per saperne di più sulle norme relative alla privacy relative ai minori, clicca qui.


6. Cambiamenti futuri


L’informativa sulla privacy dovrebbe evolversi di pari passo con l’azienda. Per questo motivo, la tua informativa dovrebbe comprendere una sezione che illustri agli utenti il tuo diritto di modificare l'informativa in qualsiasi momento e il loro diritto di essere informati di eventuali revisioni.


Questa sezione deve indicare agli utenti che puoi notificare loro eventuali modifiche quando si verificano e quale metodo di comunicazione utilizzerai. È inoltre opportuno aggiungere una nota in grassetto all'inizio dell'informativa sulla privacy del sito web per avvisare i visitatori di eventuali nuove modifiche.


7. Informazioni di contatto


Per concludere, è molto importante aggiungere le informazioni di contatto alla tua informativa sulla privacy per offrire ai clienti un grado di trasparenza ancora maggiore. Fornendo una maniera chiara e semplice per contattarti in caso di domande o dubbi, dimostri di avere a cuore la privacy dei tuoi utenti. Un altro modo efficace è creare un modulo di contatto apposito.



Esempio di pagina “Dove trovarci” di un sito che rispetta le norme sulla privacy


DISCLAIMER: le spiegazioni e le informazioni fornite nel presente articolo sono di natura generale. L’articolo non è da intendersi come una consulenza legale o una raccomandazione su quanto effettivamente fare. Consigliamo sempre di rivolgersi a un consulente legale che aiuti a comprendere e redigere la propria informativa sulla privacy.

Questo articolo ti è stato utile?