Cos'è un nome di dominio? Una guida completa


Comprare nome di dominio

Un nome di dominio rappresenta uno degli elementi più importanti di qualsiasi sito web e di Internet. Questa piccola parte del world wide web è in realtà la ragione per cui riesci a visitare i tuoi negozi e blog online preferiti. Senza un dominio, navigare in rete sarebbe molto meno intuitivo e costruire la propria presenza online sarebbe un'impresa quasi impossibile.


Se stai pensando di costruire la tua presenza online (aprendo un'attività di eCommerce o mostrando il tuo lavoro a potenziali datori di lavoro), è bene conoscere qualche dettaglio in più sui nomi di dominio.


Non solo il tuo nome di dominio avrà un impatto sulle probabilità che le persone trovino il tuo sito web, ma giocherà anche un ruolo fondamentale nel modo in cui verrai percepito fin dall'inizio, persino prima che il pubblico capisca cosa hai da offrire. Come diceva Oscar Wilde, “Non c'è una seconda occasione per fare una buona prima impressione."


Per questo è bene prendersi del tempo per capire cos'è un nome di dominio e come funziona. Per aiutarti, abbiamo creato una guida completa per imparare i concetti fondamentali relativi ai domini e al loro ruolo nella rete Internet, così come le buone pratiche per trovare e registrare il nome di dominio perfetto per il tuo sito web.


Il nome di dominio: cos'è?


Un nome di dominio è l'indirizzo che le persone digitano nel browser per raggiungere un sito. Proprio come un'impronta digitale, ogni nome di dominio è unico e rimanda a un sito specifico. Esso non può essere condiviso o duplicato con altre pagine web. Per esempio, se guardi all'inizio di questa pagina, vedrai che il nome di dominio di questo sito è it.wix.com.


I domini sono stati creati come una rappresentazione più "umana" per accedere a un Protocollo Internet (IP), che rappresenta il localizzatore online di un sito web. Un indirizzo IP è una stringa di numeri assegnata a ogni computer, composta da quattro numeri decimali che vanno da 0 a 255 separati da punti. Sebbene queste serie di numeri, apparentemente casuali, funzionino benissimo per i computer, per noi esseri umani è molto più facile usare delle parole che possiamo ricordare. Esattamente come quando salvi un numero sul tuo telefono, i nomi di dominio ti permettono di salvare 172.217.3.196 come google.com.


Tutte le registrazioni dei nomi di dominio sono supervisionate dalla Internet Corporation for Assigned Names and Numbers (ICANN), che alloca e assegna gli indirizzi IP, gestisce i sistemi di accreditamento delle società di registrazione dei domini e tiene un database centralizzato di tutti i nomi di dominio e dei loro IP. Come vedremo a breve, l'ICANN ha anche l'autorità di approvare nuove estensioni di dominio (note anche come TLD), gestirle e chiuderle, se non rispettano le regole stabilite.


Ricorda che, mentre i nomi di dominio sono comunemente indicati come URL (Universal Resource Locator) o indirizzo web, in realtà sono solo una parte di esso (anche se fondamentale). La forma base di un nome di dominio consiste in due elementi: il nome e l'estensione. Nel nostro caso, "wix" è il nome e ".com" è l'estensione. Tuttavia, se dai un'occhiata alla barra degli indirizzi del browser noterai che ci sono molte più parti, che si uniscono per formare l'indirizzo web della pagina. Nell'immagine qui sotto sono rappresentate le funzioni di ogni parte dell'URL.


Componenti di un domino

Come funzionano i domini?


Internet è un'enorme rete mondiale di computer collegati tra loro attraverso una rete di cavi sottomarini che attraversa tutto il mondo. Ognuno di questi computer, indipendentemente dal fatto che operi come dispositivo personale o server, è identificato da un indirizzo IP che permette di comunicare per inviare, trovare e recuperare dati sul web.


Come abbiamo detto, i nomi di dominio sono semplicemente versioni facili da leggere degli indirizzi IP, collegati a specifici siti web. Affinché i computer possano trovare le pagine web giuste, le stringhe di parole devono essere riconvertite in numeri. È qui che entra in gioco il sistema dei nomi di dominio.


Conosciuto anche semplicemente come DNS (domain name system), il sistema dei nomi di dominio traduce qualsiasi nome di dominio inserito in un browser, in un IP leggibile da un computer. Il sistema è supervisionato dall'ICANN, ed è comunemente paragonato ai vecchi elenchi telefonici, dove si cerca il nome di qualcuno per trovare il suo numero.


Quando inserisci il nome di un dominio in un browser web, viene inviata una richiesta ai server DNS che cercano i name server collegati a quel dominio specifico e gli inoltrano la richiesta. Questi name server sono gestiti dal provider di web hosting, e dopo aver trovato l'IP pertinente, inviano la richiesta al server web dove sono memorizzati i file del sito web in questione. Il server web usa l'indirizzo IP per trovare tutti i file a esso associati e, una volta trovati, invia tutti i dati richiesti al browser. Tutto questo avviene, di solito, in meno di 3 secondi.


Come funzionano i nomi di dominio

Differenza tra dominio e hosting


Per creare un sito web ti serve sia un nome di dominio che un web hosting. Per via della loro natura codipendente e del fatto che, il più delle volte, sono forniti dalla stessa azienda, c'è spesso molta confusione sul loro scopo e sulla relazione che c'è fra loro.


Il modo più semplice per capire cos'è il web hosting e in cosa differisce da un nome di dominio è immaginare il tuo sito web come un complesso di appartamenti, dove ogni appartamento è costituito una pagina diversa del tuo sito. Affinché questo edificio resti in piedi, hai bisogno prima di tutto di un terreno su cui costruirlo. Su internet, il terreno su cui costruisci il tuo sito è noto come web hosting. Tutti i file e i dati che compongono il tuo sito (immagina siano le fondamenta del tuo complesso di appartamenti) sono memorizzati su server web che li inviano ai visitatori del tuo sito.


Affinché gli utenti possano visitare il tuo sito, però, devono sapere dove trovarlo. Tecnicamente, potresti condividere l'indirizzo IP del tuo sito con loro, allo stesso modo in cui, seguendo l'analogia, potresti condividere le coordinate geografiche del tuo palazzo, invece di dare il nome della via e il numero del palazzo. Come avrai già capito, dunque, i nomi di dominio hanno la stessa funzione del tuo indirizzo di casa, servono da indirizzo per il tuo sito web.


Se vuoi fare un ulteriore passo avanti e indirizzare i visitatori a una pagina specifica del tuo sito, devi aggiungere un percorso dopo il tuo nome di dominio. Aggiungere "/blog", equivarrebbe all'aggiunta di un civico per un indirizzo fisico.


E, naturalmente, nella nostra analogia, la strada presa per arrivare al complesso di appartamenti rappresenta internet.



Differenza tra dominio e web hosting


Diversi tipi di dominio


Il DNS utilizza una struttura gerarchica ad albero inverso per gestire il suo sistema di database. In questa struttura, un punto ha la funzione di dominio principale e si trova in cima alla rete. Sotto di esso, lo spazio dei nomi di dominio è diviso in diversi livelli a seconda della loro posizione in riferimento al dominio principale.


Questo fa sì che ci siano diversi tipi di dominio, tutti con uno scopo diverso:


  • Domini di primo livello (TLD o Top-level Domains)

  • Domini di secondo livello (SLD o Second-level Domains)

  • Domini di terzo livello



Domini di primo livello (TLD)


Un dominio di primo livello, generalmente indicato come TLD o estensione di dominio, è il segmento più a destra di un nome di dominio, situato dopo l'ultimo punto. Serve a riconoscere alcune funzioni di un indirizzo web, come la sua posizione e lo scopo.


Esistono moltissimi TLD disponibili per la registrazione, la maggior parte dei quali sono stati aggiunti nell'ultimo decennio e appartengono diversi tipi di domini di primo livello. Diamo un'occhiata alle categorie più popolari:

Domini di primo livello generici (gTLD)


Comunemente noti come gTLD, i domini generici di primo livello sono composti da tre o più caratteri e possono essere registrati da chiunque. I gTLD rappresentano la stragrande maggioranza delle opzioni di estensione di dominio, con più di mille aggiunte risalenti agli ultimi anni attraverso il programma New gTLDs di ICANN. Le opzioni disponibili vanno dai più tradizionali .org, .com e .net a popolari novità come .icu, .app e .wyz.

Domini di primo livello sponsorizzati (sTLD)


Come suggerito dal nome, i domini di primo livello sponsorizzati sono sostenuti e supervisionati da organizzazioni private. Vi è un numero limitato di sTLD disponibili, e tutte le registrazioni devono essere approvate da agenzie o imprese incaricate e rispettare una serie di regole predefinite dalla comunità.

Domini di primo livello nazionali (ccTLD)


Ci sono 312 domini di primo livello nazionali stabiliti per paesi o territori specifici, che li identificano con una stringa di due lettere.


Originariamente i domini di primo livello con codice paese erano destinati alle imprese e agli individui che operano in specifiche aree geografiche, c'è anche un numero significativo di proprietari di siti web che registrano dei ccTLD per scopi di branding o per trarre vantaggio da certi benefici. Questo è il caso di estensioni come .ai (Anguilla), particolarmente popolare tra le aziende dell'industria dell'intelligenza artificiale, e .gg (Guernsey), che è diventato molto popolare nella sfera del gaming.


Il caso più noto, tuttavia, è quello dell'estensione di dominio .tk (Tokelau). Questo piccolo territorio della Nuova Zelanda permette di registrare un qualsiasi numero di nomi di dominio gratuitamente, venendo così scelto da moltissimi individui e aziende come TLD.

Domini di secondo livello (SLD)


Un dominio di secondo livello, noto anche come SLD, è la parte del nome di dominio che viene prima del dominio di primo livello. I SLD generalmente si riferiscono alla sezione personalizzata di un nome di dominio, cioè le parole che rappresentano il tuo brand e il tuo sito web. Per esempio, in "www.wix.com" "wix" è il dominio di secondo livello.


In alcuni casi, i SLD possono essere considerati parte dell'estensione di dominio, poiché i registri li usano per indicare un utilizzo specifico di un TLD. Questo avviene principalmente sui siti che usano i ccTLD o domini di primo livello nazionali, poiché i domini di secondo livello sono usati per segnalare il tipo di sito all'interno di una regione. A seconda dei registri di dominio, questi SLD potrebbero corrispondere ai gTLD o usare una loro leggera variazione o adattamento. Per esempio, i siti commerciali in Spagna possono essere registrati con l'estensione di dominio .com.es, mentre nel Regno Unito appaiono come .co.uk. Allo stesso modo, in questi stessi paesi le istituzioni accademiche possono essere registrate sotto .edu.es e .ac.uk.



Struttura dominio di secondo livello

Domini di terzo livello


I domini di terzo livello appaiono immediatamente a sinistra di quelli di secondo. Nella maggior parte dei casi, quando i domini hanno solo tre livelli, sono comunemente noti come sottodomini. Un sottodominio è un “prefisso” aggiunto al nome di dominio per creare siti indipendenti. Questo aiuta a gestire aree estese che richiedono una propria gerarchia, come un negozio online o un blog.


In alcuni casi, i domini di terzo livello sono un nome di dominio gratuito che ti permette di pubblicare un sito a costo zero. Per esempio, quando crei un sito con Wix, il formato dell'URL del tuo sito gratuito comprende il tuo nome utente come sottodominio, come, per esempio username.wixsite.com/indirizzosito. Dopo aver acquistato il tuo nome di dominio, sarai in grado di creare i tuoi sottodomini e collegarli alle aree rilevanti del tuo sito.


È importante ricordare che, sebbene i domini di terzo livello siano di solito uguali ai sottodomini, non è sempre così. Come abbiamo visto con i domini di secondo livello, alcuni TLD possono avere più nodi e risultare in nomi di dominio più lunghi, con un numero maggiore di livelli. Per esempio, potresti incontrare domini di quattro livelli come news.bbc.co.uk, o anche domini di cinque livelli come www.village.fairport.ny.us. Sebbene non vi sia alcuna limitazione al numero di livelli che un dominio può avere, incontrare un singolo nome di dominio con più di quattro livelli è molto raro.


Struttura dominio di terzo livello

Come scegliere un nome di dominio


Secondo l'ultimo rapporto di Verisign, ci sono 366 milioni di nomi di dominio di primo livello registrati in tutto il mondo, e migliaia di nuovi vengono registrati ogni giorno. Questo non solo significa che i nomi migliori sono già stati presi, ma anche che il tempo a tua disposizione per comprare un nome di dominio che corrisponda alla tua idea, prima che lo faccia qualcun altro, è limitato.


Per trovare un nome di dominio che rappresenti perfettamente il tuo brand o la tua idea e che non sia già stato scelto da qualcun altro, ti serviranno creatività, conoscenza della SEO, lungimiranza, fortuna e una buona conoscenza delle linee guida da seguire. Per essere sicuri che tu prenda in considerazione ogni aspetto, abbiamo stilato una guida completa su come scegliere un dominio.

Ecco tre dei passi più importanti per iniziare:



Scegli un nome facile da digitare e pronunciare


Se il tuo nome (o quello di qualcuno che conosci) è poco convenzionale, sai bene quanto sia facile per gli altri sbagliare a scriverlo o dimenticarlo. Per questo motivo, è importante trovare un nome che sia facile da digitare e pronunciare.


Quando inizi a fare brainstorming per il tuo nome di dominio, evita di scegliere parole che vengono pronunciate male di frequente (come "krapfen" o "croissant") o che richiedono di pensarci prima di digitarle (come "alcool"). Evita anche abbreviazioni, per esempio "6" al posto di "sei", o e parole che possono essere scritte in più modi, come "ok" o "okay".


Una volta che sei soddisfatto delle tue idee, mettile alla prova. Consulta alcuni amici per vedere se riescono a capire il nome al primo tentativo, e interpellali di nuovo qualche ora o giorno dopo per vedere se lo ricordano. Se fanno fatica a ricordarlo, opta per una scelta diversa.


Rendi il tuo nome di dominio coerente con il tuo brand


Il tuo nome di dominio deve riflettere il tuo brand, possibilmente usando lo stesso nome e una parola chiave per ottimizzare la ricerca. Tuttavia, spesso, quando si pensa al branding, le prime cose che vengono in mente sono nomi, slogan e design di loghi. Molti imprenditori e menti creative tendono a trascurare l'aspetto del branding legato al nome di dominio del loro sito, fino a quando tutto il resto non è stato deciso, il che spesso causa problemi e, talvolta, la perdita di clienti.


Immagina di aver finalmente preso la decisione di aprire il tuo vivaio. Impieghi tempo e risorse per acquistare tutto il necessario, scegliendo il nome perfetto e creando un bellissimo logo. Ma quando vai a registrare il tuo nome di dominio ti accorgi che un vivaio poco lontano si chiama allo stesso modo. Ora, devi scegliere fra fare il rebranding di tutte le tue risorse o accontentarti di un indirizzo web diverso, che potrebbe potenzialmente guidare il tuo pubblico verso l'altro vivaio.


Per evitare tutti questi grattacapi, registra il tuo nome di dominio non appena hai scelto il nome della tua attività.



Scegli la giusta estensione di dominio


Quando cerchi la miglior estensione per il tuo nome di dominio, dovrai tenere conto di due fattori: la percezione e il prezzo. Oltre a rispettare le regole di utilizzo, come, per esempio, non registrare il tuo negozio sotto un'estensione .org (dedicata agli enti no profit), dovrai anche considerare quali domini di primo livello (TLD) gli utenti considereranno più attendibili e ricorderanno meglio. In Italia, il TLD più diffuso è .com, seguito da .it, entrambi facili da ricordare e con un alto indice di fiducia tra gli utenti.


Per quanto riguarda i prezzi, l'estensione che scegli avrà un impatto diretto su quanto costa un nome di dominio, così come sulle sue spese di rinnovo. Assicurati di controllare tutte le opzioni disponibili e di valutare i pro e i contro, prima di scegliere un TLD.


Come comprare un nome di dominio


Una volta scelto un nome di dominio per il tuo sito, è il momento di acquistarlo. Quando si registra un nome di dominio è bene assicurarsi che il nome scelto sia disponibile, trovare una società di registrazione che corrisponda alle tue esigenze e accertarti che le tue esigenze relative all’indirizzo online siano ampiamente soddisfatte anche in futuro.

Diamo un'occhiata a cosa comporta ognuno di questi passaggi:


Fai una ricerca del nome di dominio


La prima cosa da fare dopo aver trovato un nome di dominio è controllare che nessun altro lo stia usando. Potresti farlo manualmente, controllando se il tuo indirizzo è stato già utilizzato o meno, ma questo potrebbe richiedere molto tempo, se scopri che la tua idea è già stata impiegata da altri.


Ecco perché dovresti usare una piattaforma per la ricerca dei nomi di dominio per controllare se la tua scelta è disponibile. Questo strumento non solo ti dice se un certo dominio è già in uso o meno, ma ti offre anche una lista di alternative possibili da acquistare. Inoltre, sarai in grado di visualizzare facilmente il costo di ogni nome di dominio e di confrontare tra loro quelli disponibili, per assicurarti di aver compiuto la scelta migliore.


Scegli un servizio di registrazione domini


Dopo aver selezionato un nome di dominio disponibile, potrai scegliere tra numerosi servizi che si occupano di registrazione di domini (registrar) per acquistarne uno. Ma anche se all'inizio possono sembrare tutti uguali, uno sguardo più attento farà emergere notevoli differenze nei prezzi e nell'offerta delle estensioni di dominio, così come in altri aspetti come la privacy, l'assistenza clienti e le componenti aggiuntive.


Ecco alcuni punti chiave a cui prestare attenzione:


Prezzi


È importante tenere a mente che quando acquisti un nome di dominio, dovrai pagare una tassa annuale alla società di registrazione del nome di dominio per mantenerne la proprietà. Alcuni fornitori ne approfittano, offrendo la registrazione iniziale a un prezzo inferiore alla media, facendo poi pagare tasse di rinnovo esorbitanti.


Di contro, altre aziende di registrazione forniscono nomi di dominio gratuiti che vengono rinnovati con un costo medio. Tieni d'occhio queste ultime, perché ti permettono di risparmiare denaro, senza pagare rinnovi costosi.


Registrazione di dominio privato


L'ICANN richiede a chiunque acquisti un dominio di fornire informazioni personali (tra cui nome e cognome, indirizzo email, domicilio e numero di telefono) che vengono poi rese pubbliche su un database noto come WHOIS. Se ti preoccupa la privacy o vuoi minimizzare le possibilità di SPAM e furto d'identità, puoi nascondere queste informazioni usando la protezione della privacy su WHOIS.


Alcuni servizi di registrazione di domini includono la protezione della privacy su WHOIS come parte della loro offerta, proteggendo immediatamente i tuoi dati personali quando compri un nome di dominio, mentre altri la offrono a pagamento.


Pairing di web hosting


Come abbiamo detto, per avere un sito web funzionante ti servirà sia di un nome di dominio che di un servizio di web hosting. Se non hai ancora deciso dove tenere il tuo sito, cerca un servizio di registrazione di domini che offra hosting gratuito o, almeno, un servizio di hosting a un prezzo vantaggioso.


Acquistare sia il nome di dominio che un piano di web hosting dallo stesso fornitore ti permetterà di gestire tutte le risorse del tuo sito all'interno di una singola piattaforma, minimizzando così il costo complessivo e i problemi legati alla gestione.

Assistenza clienti


La disponibilità del supporto clienti è uno degli aspetti meno considerati, quando si cerca un servizio di registrazione di domini. Tuttavia, se ti troverai ad avere dei problemi alle 3 del mattino, non riuscendo a contattare nessuno, ti pentirai di non aver prestato abbastanza attenzione al fattore assistenza clienti.


Per accertarti che qualcuno possa assisterti in qualsiasi momento, assicurati che la piattaforma che scegli fornisca un supporto clienti dal vivo, h24, 7 giorni su 7.

Benefici aggiuntivi


Le offerte di alcuni servizi di registrazione domini si estendono oltre a funzionalità puramente incentrate sul tuo sito web. Dai uno sguardo a eventuali prodotti o funzionalità che potrebbero servirti in futuro, avendoli già a disposizione sarà più facile utilizzarli e gestirli.


Per esempio, se vuoi un'email personalizzata che usi il tuo nome di dominio invece di quello di un provider di posta generico, dovresti cercare un servizio che offra anche l'opzione di creare un indirizzo email personalizzato.

Acquisto multiplo


Anche se l'acquisto di più di un nome di dominio potrebbe non essere ancora nei tuoi piani, considera questa opzione se è qualcosa di cui potresti aver bisogno in futuro. Farlo è particolarmente utile se pensi di espandere la tua attività in altre località geografiche o se vuoi promuovere un prodotto come brand indipendente.


Pianifica in anticipo


Che tu stia leggendo per saperne di più e comprare un nome di dominio per il tuo sito o per pura curiosità, ora hai capito quanto avere il nome di dominio giusto è importante per un sito web.


Una volta registrato un dominio, nessun altro può averlo. Per questo motivo, ti consigliamo vivamente di registrare subito il nome di dominio per qualsiasi iniziativa imprenditoriale tu abbia in mente. Può trattarsi di qualcosa di semplice come il tuo nome, o di strategico come, per esempio, business.com che è stato acquistato per 345 milioni di dollari. Questa pratica, nota come domain parking, è più comune di quanto non si possa pensare.


Infine, pensa se ti conviene acquistare anche altri TLD da usare in futuro per la tua attività, assicurandoti così che nessun altro ne entri in possesso. Altrimenti, dovrai ricomprarlo da chi lo ha acquistato prima di te.



di Giorgia Foscarini

Blogger & Growth Marketing Specialist


Immagine per mobile

Questo blog è stato creato con Wix Blog