10 strategie per aumentare le vendite del tuo eCommerce nel 2022


Esempio eCommerce con strategie per vendere online

Negli ultimi due anni abbiamo imparato che non ci sono certezze nel campo del commercio online (e in molti altri). Tuttavia, abbiamo visto che sia imprenditori che consumatori hanno dimostrato una grande resilienza. È quindi importante, con l'inizio del nuovo anno, che i negozianti facciano tesoro di quello che già sanno sull'attuale panorama dell'eCommerce e che si preparino al nuovo anno tenendo gli occhi aperti agli imprevisti.


Prepara il tuo negozio online e il tuo business ad affrontare le sfide del nuovo anno con la nostra lista di strategie per vendere online e far aumentare le vendite del tuo eCommerce nel 2022.



Strategie per aumentare le vendite del tuo eCommerce nel 2022


  1. Costruisci una community

  2. Pensa a promuovere il tuo brand

  3. Esplora nuovi canali di vendita

  4. Offri buoni regalo sul tuo eCommerce

  5. Organizza eventi di shopping in live streaming

  6. Concentrati sulla raccolta di dati zero-party

  7. Crea un sistema di feeback per i tuoi clienti

  8. Crea una pagina prodotto che racconti una storia

  9. Investi sui contenuti

  10. Testa nuovi mercati



01. Costruisci una community


A novembre 2021, Lush Italia ha annunciato che avrebbe lasciato Facebook, Instagram, Tik Tok e Snapchat. L’obiettivo era quello di reindirizzare la community dei propri clienti al negozio online, e a canali di comunicazione diversi come il servizio clienti, Pinterest, Twitter e Telegram.


Su Facebook, hanno postato dicendo:


"Ce ne andiamo da un'altra parte. Che si tratti di un bagno con un buon libro, di un po' di tempo per se stessi con una maschera per il viso e una tazza di tè, o semplicemente di uscire a prendere un po' d'aria fresca, vogliamo incoraggiare i nostri clienti a smettere di scorrere compulsivamente lo schermo e andare da qualche altra parte. Vogliamo incontrarvi in luoghi che hanno a cuore voi come persone e il vostro benessere mentale. https://linktr.ee/LushItalia"


Lush Italia ha quindi deciso di fare un passo verso la propria community e il suo benessere, promuovendo la creazione di relazioni più dirette con i propri clienti e rafforzando allo stesso tempo il proprio brand e la sua riconoscibilità.


Il fulcro di questa strategia per vendere online consiste nel creare interazioni e conversazioni con i propri clienti. Molto di questo avviene su piattaforme social come Twitter, Facebook o Instagram. Ma, sempre più spesso, brand come Lush riportano le proprie community nelle vetrine digitali.


Prendiamo come esempio il rivenditore di prodotti di bellezza e per la cura della persona Sephora, che, sul proprio sito, offre una varietà di funzioni orientate alla community, tra cui gruppi, conversazioni (Q&A con i brand), una galleria di immagini e video dei clienti e un hub per gli eventi.


L'hub della community si trova sul sito di Sephora, Sephora.com, dove i clienti possono pubblicare e condividere i loro contenuti. Inoltre, il brand attinge anche alle piattaforme social come Instagram per condividere e presentare immagini e video dei propri clienti.


Valutando il valore delle community per un brand, la Harvard Business Review fa notare che queste posso essere utili in vari modi, per esempio, risolvendo i problemi e riducendo il numero di richieste di assistenza da parte dei clienti. Inoltre, possono aumentare la visibilità nei risultati di ricerca su Google e spargere la voce su un evento, un prodotto o un'iniziativa.


Una fra le strategie per vendere online meno utilizzate per creare una community è quella di aggiungere un forum al tuo sito web. I forum aiutano a promuovere conversazioni, fornendo assistenza ai clienti in modo invitante e attivo, costituendo una delle migliori strategie per vendere online e per ottenere un feedback più dettagliato da parte dei clienti.


Se sei già un utente Wix, Wix Forum ti permette di aggiungere un forum al tuo negozio online in pochi clic. Il tuo forum sarà completamente personalizzabile, permettendoti di rispecchiare l'estetica del brand, e mobile-friendly.


Strumenti per vendere online: community

02. Pensa a promuovere il tuo brand


La proliferazione dei negozi online, compresi quelli di rivenditori tradizionali come la Coop, di colossi digitali come Amazon e di nuovi brand emergenti, rende difficile per i piccoli negozianti farsi notare online.


Differenziare il proprio brand in questo ambiente competitivo comporta molto lavoro dal punto di vista del branding. Ma creare un brand riconoscibile e fidelizzare i propri clienti sono aspetti fondamentali per le imprese che vogliono aumentare le vendite sul proprio eCommerce.


La maggior parte dei consumatori fa i propri acquisti in base al brand. Anche quando si parla di investitori, oltre l'80% di essi decide di investire su un brand basandosi sulla riconoscibilità del brand stesso più che su altri aspetti.


Nel 2022, i proprietari di negozi online dovranno, quindi, pensare a come promuovere il proprio brand in ogni momento. Questo significa costruire una community, dedicarsi ai social media, concentrarsi sulla creazione di contenuti di alta qualità, e sfruttare strumenti come la vendita di prodotti in abbonamento, o la creazione di buoni regalo per promuovere la fedeltà, migliorare l'esperienza del cliente e vendere di più online.


03. Esplora nuovi canali di vendita


I brand non possono più fare affidamento solo su annunci a pagamento su Facebook o Google per promuovere le vendite online. Un approccio di marketing diversificato è l'unico approccio sostenibile per un business che punta ad aumentare le vendite del proprio eCommerce, in particolare considerato il numero di canali che i consumatori utilizzano nel loro percorso di acquisto.


Un ottimo esempio di approccio diversificato è Amazon. Infatti, la maggior parte dei consumatori inizia le proprie ricerche per un prodotto sul sito web del gigante della vendita al dettaglio. Quindi, fra le tue strategie per vendere online del 2022 dovresti considerare anche di vendere su Amazon.


Esplora/sperimenta nuovi canali oltre Amazon, tra cui:

  • Ebay: ci sono 187 milioni di utenti provenienti da tutto il mondo su eBay e il sito vanta 101.000 ore di shopping al mese

  • Google Shopping: Google offre diversi modi di mostrare i propri prodotti per i business che hanno un eCommerce, tra cui la ricerca su Google e gli annunci Shopping



04. Offri buoni regalo sul tuo eCommerce


I buoni regalo digitali possono aiutare ad aumentare la riconoscibilità del brand, aumentare le vendite online e ispirare fiducia nei clienti. A causa della pandemia, l'uso di buoni regalo digitali è salito alle stelle nell'ultimo anno e mezzo.


Questo trend comprende anche l'aumento della domanda di soluzioni di pagamento avanzate e dello shopping su mobile (in particolare, tramite smartphone). La crescita in questo settore è sbalorditiva. In Italia, l'industria dei buoni regalo digitali ha generato un giro d'affari da 16 miliardi nel 2021, e si prevede un aumento fino a oltre 1,1 miliardi di dollari entro il 2030.


Ci sono molti modi in cui i buoni regalo possono far aumentare le vendite del tuo eCommerce. Per esempio, nel periodo delle feste, possono attrarre sul tuo sito chi si trova a fare acquisti all'ultimo momento. Inoltre, possono migliorare il tuo posizionamento nei risultati dei motori di ricerca grazie a landing page create appositamente, attraendo così nuovi clienti.


Infine, i buoni regalo aiutano ad aumentare le entrate per un valoro superiore a quello del loro costo di acquisto, dal momento che è dimostrato che chi li riceve tende a spendere di più dell'importo del buono stesso.


05. Organizza eventi di shopping in live streaming


Lo shopping in live streaming è una tendenza digitale emergente che sia i proprietari di negozi online che i clienti stanno iniziando ad adottare. Un evento di shopping in live streaming si verifica quando una persona o un'azienda utilizza lo streaming video per vendere prodotti o servizi in tempo reale a un pubblico live. Il canale utilizzato può variare e può includere piattaforme social come TikTok e Instagram, siti di eCommerce e piattaforme video dedicate come YouTube.


Gli eventi di shopping in live streaming possono essere eventi in cui un presentatore parla a un pubblico (per esempio, come su QVC) o eventi personali, in cui un venditore parla direttamente a un cliente mentre fa acquisti.


Lo shopping in live streaming è estremamente popolare tra i consumatori della Generazione Z e dei Millennial, che si sentono a proprio agio nell'acquistare durante un evento in live streaming di un brand. Mentre lo shopping in live streaming cresce in popolarità, le fuzionalità offerte dalle piattaforme e dai fornitori continuano a migliorare. Per esempio, TikTok ha recentemente introdotto una funzionalità che consente agli utenti di aggiungere dei pop-up agli eventi di shopping dal vivo. Gli spettatori possono quindi toccare il pop-up del prodotto presentato per aggiungere l'articolo al loro carrello con il checkout mobile che inizia all'interno di TikTok.


Questo tipo di funzionalità all'interno del video in live streaming sta approdando in tutto l'ecosistema dei social media e sarà un nuovo strumento intelligente per vendere online.


06. Concentrati sulla raccolta di dati zero-party


I dati zero-party sono le informazioni che un cliente condivide direttamente con un'azienda. Si differenziano dai dati first party in quanto non comprendono le statistiche provenienti dal sito web, dai sistemi di CRM, dai profili social e altri dati dei clienti condivisi indirettamente.


I dati zero party stanno diventando sempre più importanti perché le normative sulla privacy, come il GDPR, limitano la raccolta e la condivisione dei dati dei consumatori da parte di terzi senza il loro consenso.


I dati zero party facilitano la personalizzazione dell'esperienza di eCommerce, permettendo di personalizzare contenuti come i consigli sui prodotti e le offerte per i clienti mentre acquistano online. Concentrarsi su queste strategie per vendere online è efficace dal punto di vista dei costi in quanto è probabile che tu abbia già un database di informazioni sui tuoi clienti, inoltre i consumatori sono disposti a fornire i loro dati alle aziende, quando c'è un chiaro vantaggio nel farlo.


Il modo migliore per raccogliere i dati zero party consiste nel chiedere ai clienti di registrarsi sul proprio sito web o sulla app. Pensa a come poter ottenere più che semplici informazioni di contatto durante questo processo. Per esempio, puoi chiedere informazioni sulle preferenze di taglia e colore o altri dettagli rilevanti per ciò che vendi (per esempio, il sistema operativo preferito, gli argomenti di interesse, ecc.) Puoi anche ottenere dati zero-party creando campagne di email marketing, offerte dalla piattaforma CRM di Wix, e aggiungendo indagini o sondaggi al tuo sito web.


07. Crea un sistema di feeback per i tuoi clienti


La maggior parte delle aziende vuole sapere cosa interessa, stimola e motiva i propri clienti, ma ottenere queste informazioni da semplici sondaggi o moduli di feedback può essere difficile.


Creare un sistema per ottenere feedback dai tuoi clienti può aiutarti a capire meglio il tuo business. I programmi per ottenere feedback sono ottimi per creare una community e non devono comportare necessariamente una grande spesa. Puoi offrire ai clienti buoni regalo o merce gratis come incentivo a partecipare.


Un efficace programma di feedback clienti utilizza diversi metodi di sensibilizzazione (per esempio, focus group, sondaggi, beta test, ecc.) per ottenere un feedback di alto valore dai clienti sull’attività, sui prodotti e sull'esperienza utente.


I negozianti che vogliono aumentare le vendite del proprio eCommerce possono testare diversi tipi di comunicazione, ottenendo così una migliore comprensione dei prodotti che i clienti preferiscono. Il feedback dei clienti che partecipano al sistema di feeback può anche aiutare a creare esperienze utente più intuitive e orientate alla conversione, ottenere informazioni sulle soluzioni di pagamento preferite e scoprire preferenze utili, come il fatto che i clienti vogliano opzioni per acquistare prodotti anche dall'estero.


08. Crea una pagina prodotto che racconti una storia


Creare delle pagine prodotto efficaci, orientate alla conversione e d'impatto è un’arte. Richiede che più elementi lavorino insieme, per motivare i clienti a effettuare un acquisto.


La maggior parte dei clienti abbandona le pagine prodotto a causa della mancanza di informazioni, immagini chiare, di una call-to-action mal visualizzata e della mancanza di elementi che ispirino fiducia (per esempio, un badge, un link alle condizioni per le sprizioni o i resi e così via).


I negozianti possono ottimizzare l'esperienza d'acquisto dei loro clienti facendo sì che ogni pagina prodotto racconti una storia, attraverso l'uso di descrizioni dettagliate, immagini di ottima qualità (inclusi elementi video) e recensioni convincenti di clienti che hanno già fatto quell'acquisto. Dovresti anche indicare chiaramente la disponibilità del prodotto e comunicare quanti pezzi sono ancora disponibli per l'acquisto (per esempio, pochi pezzi disponibili, spedizioni ridotte durante le vacanze per un determinato articolo, ecc.)


Una pagina prodotto che racconta una storia dovrebbe contenere descrizioni chiare ed esaustive, accompagnate da informazioni importanti (come le misure del modello in foto e la taglia che indossa). Dovrebbe rivolgersi direttamente al pubblico di riferimento, e comunicare chiaramente le caratteristiche e i vantaggi del prodotto in questione, comunicando allo stesso tempo un'emozione all'acquirente (ad esempio, morbido, comodo, gioioso, ecc.).


09. Investi sui contenuti


Il giusto contenuto può aiutare i commercianti che vogliono aumentare le vendite del proprio eCommerce a educare, informare e coinvolgere i clienti. Il contenuto delle pagine prodotto, delle categorie e della home page sono il minimo indispensabile per un negozio online.


Per vendere online, è necessario collegare la strategia di contenuti con la strategia commerciale, allineando i propri messaggi in tutti i punti di contatto con i clienti.


Quando crei una strategia per vendere online, pianifica i tuoi contenuti in base alle esigenze del cliente. Assicurati che le persone possano trovare informazioni sui tuoi prodotti anche sui social e che possano accedere a tutte le informazioni anche tramite dispositivi mobile. La tua strategia dei contenuti dovrebbe considerare ogni canale in cui il contenuto apparirà. Il contenuto dovrebbe essere accessibile e documentato in modo che possa essere facilmente recuperato e riproposto.


Un ottimo modo per iniziare a pianificare i tuoi contenuti per il prossimo anno è quello di mappare i contenuti esistenti, compresi quelli obsoleti o mancanti, oltre a creare una lista dei contenuti nuovi che si vorrebbero creare (per esempio, eventi video in diretta streaming, post lunghi per il blog, immagini aggiornate dei prodotti, ecc.). Questo ti aiuterà a capire le tempistiche e le risorse necessarie per creare e offrire contenuti coerenti e di qualità durante tutto l'anno.


10. Testa nuovi mercati


Internet non è altro che un vasto mercato globale, il che rende ormai vaga la definizione di cosa significhi acquistare e vendere a livello locale. A livello globale, il potere d'acquisto sta crescendo e non c'è mai stato un momento migliore per testare nuovi mercati tramite l'eCommerce. L'eCommerce internazionale presenta un'enorme opportunità per i proprietari di negozi digitali che vogliono espandersi su nuovi mercati.


Quando si testano nuovi mercati, è importante fare una ricerca accurata sui regolamenti di ogni regione, localizzare il proprio negozio online (per esempio, creando un sito multilingua, assicurandoti che il contenuto sia culturalmente appropriato, e assumendo un madrelingua per rivedere tutti gli elementi del sito).


Vendere su nuovi mercati può aiutarti a differenziarti dalla concorrenza ed è una fra le migliori strategie per vendere online e aumentare le vendite del tuo eCommerce.

Questo articolo ti è stato utile?