Cos'è la SEO? Una guida completa all'ottimizzazione per i motori di ricerca



Seo tools cosa sono esempio sito arredamento

Tutti i giorni, ci affidiamo a Google per trovare risposta a tutte le nostre domande. Non c'è quindi da meravigliarsi che i proprietari di aziende e siti web in tutto il mondo facciano il possibile per rendere le loro informazioni reperibili su Google. Questo è esattamente lo scopo della SEO: l’ottimizzazione di un contenuto sul web per apparire più in alto nei risultati di ricerca.


Il primo passo per avere una SEO efficace è creare un sito web su una piattaforma che faciliti la personalizzazione e l'aggiornamento dei contenuti, e che fornisca gli strumenti necessari per ottimizzare i vari elementi del tuo sito. Suggeriamo di usare un creatore di siti web come Wix, che permette un semplice aggiornamento del sito e offre strumenti SEO integrati.


Una volta che le fondamenta del tuo sito sono pronte, dovrai prestare attenzione a molti piccoli dettagli, come i metadati e i link, che possono aiutare a migliorare il posizionamento del tuo sito nei risultati dei motori di ricerca. Questo articolo si occupa di tutto ciò che serve per occuparsi di tali dettagli e assicurarti che il tuo sito sia conforme agli standard SEO.



Cos'è la SEO?

La SEO (in inglese search engine optimization, ovvero l’ottimizzazione per i motori di ricerca) è il processo di ottimizzazione dei siti web, che serve a posizionarli in alto nei risultati dei motori di ricerca per ricerche organiche (non a pagamento). Questo è uno dei tipi di marketing più importanti per ogni azienda.


Poiché l'obiettivo di Google è quello di creare per i propri utenti un'esperienza positiva, vuole presentare le migliori informazioni disponibili per prime. Proprio per questo i tuoi sforzi SEO dovrebbero mirare ad assicurarsi che i motori di ricerca riconoscano i tuoi contenuti come la risposta migliore disponibile sul web a una particolare domanda.



Come funziona la SEO?


I motori di ricerca usano dei bot che scansionano le pagine web su Internet per determinarne i contenuti e di cosa parlano. Questi bot scansionano il codice, il testo scritto, le immagini, i video e altro che appare sulle pagine web per raccogliere tutte le informazioni possibili. Una volta che hanno raccolto abbastanza dati sul tipo di informazioni disponibili su ogni pagina e determinato che questo contenuto sarà utile agli utenti, aggiungono queste pagine al loro indice. L'indice rappresenta tutti i possibili risultati web che un motore di ricerca memorizza e fornisce a un potenziale utente.


I motori di ricerca valutano quale sia il miglior risultato in base a quello che viene cercato dagli utenti, così come a quali altre informazioni esistono già online su quell'argomento. Quando qualcuno effettua una ricerca, l’algoritmo abbina la domanda di ricerca dell'utente alle informazioni pertinenti nell’indice, fornendo una risposta accurata alla domanda posta. Le piattaforme utilizzano poi centinaia di segnali per determinare l'ordine in cui il contenuto apparirà per ogni utente che svolge una ricerca. Questi segnali sono ciò che gli esperti SEO cercano di controllare.


È importante sapere che Google non comunica specifiche sul proprio algoritmo o sui propri processi, quindi è impossibile sapere esattamente quali fattori influenzano l'indicizzazione e le classifiche dei risultati di ricerca. La SEO, quindi, non è una scienza esatta e anche quando sembra che tutte le ottimizzazioni siano state implementate, spesso richiede pazienza e continue modifiche, prima di vedere dei risultati.


SEO on-page e SEO off-page

Poiché non c'è modo di sapere esattamente cosa influenzi di più le classifiche create dai motori di ricerca, gli esperti raccomandano di inserire una serie di tattiche nella propria strategia SEO. Queste tattiche possono essere suddivise in due categorie principali: SEO on-page e off-page.


La SEO on-page (o sulla pagina) si riferisce alle strategie implementate sulle pagine web stesse, che includono tutto: dal design al contenuto scritto, dai metadati, al testo alternativo e altro. La SEO off-page (o fuori dalla pagina), invece, si riferisce alle azioni intraprese al di fuori dalle proprie pagine. Include elementi come link esterni, post sui social e altri metodi di promozione del sito web in questione.


Sia la SEO on-page che quella off-page sono essenziali per portare traffico sul tuo sito e per segnalare a Google che il tuo sito web è un punto di riferimento nel tuo settore. Facendo sapere a Google che le tue pagine sono importanti e che gli utenti sono interessati a conoscere ciò che hai da offrire, puoi aiutare le tue pagine a posizionarsi più in alto nella classifica dei risultati di ricerca e a ottenere più traffico.


Tabella SEO on-page e off-page esempi


Come implementare la SEO sul tuo sito

Il primo passo per implementare una buona strategia SEO sul tuo sito consiste nel creare un ottimo sito web. Assicurati che il tuo sito sia facilmente navigabile, che fornisca una eccellente esperienza utente e che presenti le informazioni che vuoi comunicare in modo chiaro. Questo ti metterà sulla strada giusta nel fornire una buona risposta alle domande degli utenti.


Tuttavia, la SEO va oltre il creare un buon sito web. Ecco alcuni passaggi pratici da intraprendere per iniziare a ottimizzare la tua SEO:


1. Crea un piano SEO

2. Fai una ricerca delle parole chiave

3. Ottimizza la velocità delle tue pagine

4. Scrivi i tag title e le meta descrizioni

5. Inserisci i testi alternativi

6. Crea link interni

7. Usa i link esterni

8. Controlla che il tuo sito sia ottimizzato per mobile

9. Analizza i risultati



01. Crea un piano SEO


L'ottimizzazione per i motori di ricerca richiede lavoro e coerenza. È quindi fondamentale avere un piano prima di tuffarsi in questa pratica. Assicurati di pensare alla tua strategia SEO in modo che si adatti ai tuoi obiettivi più ampi, in modo da poter misurare se i tuoi sforzi hanno avuto successo. Per esempio, se sei un negozio online che cerca di utilizzare la SEO per portare più traffico al tuo sito e generare più vendite, il tuo piano SEO potrebbe essere diverso da uno creato per aumentare la riconoscibilità di un brand o ottenere più clienti nel tuo negozio fisico. Assicurati di avere degli obiettivi chiari prima di iniziare e di ottimizzare il tuo sito in base a essi.


In particolare, pensa a dettagli, come l'URL del tuo sito, così come ad aspetti più ampi, come decidere se dedicare un dipendente alla tua SEO, o se ottimizzare il tuo sito da solo. Inoltre, assicurati di pianificare fin dall'inizio come e quando farai il punto sulle prestazioni SEO delle tue pagine, per poi ottimizzarle. Considera anche come controllare la tua posizione nella lista dei risultati di ricerca e come definire cosa è per te un risultato di successo.


Se non sai quale sia il percorso migliore da prendere per implementare le varie ottimizzazioni, prova un'opzione e tieni le altre in una lista per un potenziale uso futuro. Ricorda che avere successo con la SEO richiede tempo, quindi sii paziente.



02. Fai una ricerca delle parole chiave


Probabilmente una delle parti più importanti per capire e implementare la SEO è la ricerca delle parole chiave. La ricerca delle parole chiave consiste nel trovare le parole più rilevanti da usare sulle tue pagine web. Facendo qualche indagine e usando strumenti professionali per la ricerca delle parole chiave, potrai capire come gli utenti in tutto il mondo tendono a cercare informazioni relative al tuo prodotto o servizio.


Una ricerca sulle parole chiave ti aiuterà a capire quali sono le frasi più cercate, guidandoti nella creazione di pagine che possano essere ottimizzate in base a queste frasi o parole. Scegliere di usare le parole giuste sulle tue pagine web può fare un'enorme differenza quando si tratta del traffico che riceve il tuo sito.


Ti suggeriamo di pensare a una serie di argomenti correlati al tuo brand e di usarli come bussola nella ricerca di parole chiave e nella creazione di contenuti. Negli ultimi anni, Google ha capito meglio che, al di là delle parole specifiche per cui le pagine possono essere ottimizzate, ci sono argomenti generali a cui una pagina può fornire una risposta. Invece di concentrarti solo su una parola chiave e basare la tua strategia SEO su di essa, considera il gruppo più ampio di parole chiave per cui la tua pagina potrebbe essere classificata, in base a ciascun argomento. Puoi comunque scegliere una parola chiave principale da usare nel titolo della pagina o nell'URL. Tieni però a mente che le tue pagine dovrebbero costituire anche una risposta completa a un dato argomento, e non concentrarsi solo su una determinata parola chiave.


Supponiamo, per esempio, che il tuo nome sia Giulia e che tu venda fiori. Potresti pensare che il modo migliore per ottimizzare la tua homepage sia usare la parola chiave "negozio di fiori". Anche se questa può essere una scelta corretta, non dovrebbe essere l'unica parola chiave su cui concentrarsi. Invece, pensa ai vari ambiti di cui ti occupi e che potrebbero interessare a qualcuno che vuole comprare dei fiori. Considera argomenti come la consegna, la freschezza dei fiori o i tipi di fiore. Inserire informazioni anche su questi argomenti, renderà il tuo sito una risorsa migliore per chi vuole comprare dei fiori. Fornendo una migliore esperienza all'utente, stai anche segnalando a Google che le tue pagine sono punti di riferimento importanti per chiunque cerchi una soluzione completa, che vada oltre al semplice mazzo di fiori.


Ma la ricerca delle parole chiave non finisce qui. Continuando con l'esempio del negozio di fiori, puoi notare che la pagina dei risultati di ricerca per "negozio di fiori" è dominata da grandi brand contro cui il tuo piccolo negozio non può competere. In questo caso, potresti puntare sulla posizione geografica (SEO locale) o su una nicchia in cui sei specializzato per farti notare. Inserire queste informazioni nelle tue pagine web farà sapere a Google che sei un'opzione valida quando gli utenti cercano qualcosa di specifico che tu fornisci, come, per esempio, fiori in una determinata area o creazioni di fiori secchi.


03. Ottimizza la velocità delle tue pagine


Uno dei fattori che Google prende in considerazione è la velocità della pagina o il tempo necessario al suo caricamento. La velocità di caricamento del tuo sito web è un elemento importante per l'esperienza dell'utente. Un sito lento allontanerà gli utenti prima ancora che vedano cosa hai da offrire. È quindi essenziale prestare molta attenzione a questo aspetto e assicurarti di ottimizzare la velocità del tuo sito web.


La velocità della pagina può essere suddivisa in tre categorie principali che sono spesso indicate come segnali web essenziali (o core web vitals in inglese).

Questi sono:


  • Largest Contentful Paint (LCP) o visualizzazione elemento di maggiori dimensioni: il tempo che intercorre tra il clic su un URL fino al momento in cui un utente può visualizzare il contenuto principale di una pagina web

  • First Input Delay (FID) o ritardo prima interazione: il tempo che passa tra il clic su un URL e quando l'utente può interagire con gli elementi del tuo sito. In altre parole, quando un utente può cliccare su qualcosa sulla tua pagina

  • Cumulative Layout Shift (CLS) o variazione layout cumulativa: indica quanto sono stabili gli elementi del tuo sito mentre la pagina viene caricata. Per essere ottimale, questo valore deve essere basso. Ciò indica che mentre la pagina si carica, gli elementi sono più o meno nella posizione in cui saranno a caricamento completato

Insieme, questi elementi costituiscono ciò che Google considera importante per i tempi di caricamento. Alcuni dei modi più semplici per garantire che il tuo sito si carichi rapidamente includono: evitare di sovraccaricarlo con media o funzionalità, ottimizzare le dimensioni delle immagini e usare uno o due caratteri al massimo. Questo renderà il tuo sito più ordinato e professionale, oltre a mantenere i tempi di caricamento bassi.


04. Scrivi i tag title e le meta descrizioni


I metadati indicano le informazioni fornite a Google per descrivere ciò che la tua pagina web contiene. Alcuni aspetti importanti dei metadati includono i tag title e le meta descrizioni. Quando si cerca qualcosa su un motore di ricerca, ogni risultato viene presentato con un titolo e una descrizione che permettono di sapere che tipo di contenuto si trova sulla pagina. Fornire a Google queste informazioni aiuterà sia gli utenti che Google a vedere le parti più rilevanti delle tue pagine.


Molti esperti di SEO considerano i tuoi meta titoli, o tag title, e le meta descrizioni come le metriche SEO più importanti che si possano inviare a Google. È quindi fondamentale cercare di includere le parole chiave più importanti nel tag title.


I tag title e le meta descrizioni offrono inoltre un ulteriore vantaggio in termini di SEO. Ti permettono di controllare il testo che gli utenti vedono quando trovano per la prima volta il tuo sito web. Inserire un testo allettante, che risponda chiaramente alla domanda dell’utente può portare a più clic sul tuo sito web. Più persone cliccano sul tuo sito, più Google si accorge che è una buona corrispondenza per le loro ricerche e così ti potrebbe posizionare più in alto nei risultati.


Tuttavia, è essenziale sapere che Google non sempre utilizza i metadati forniti. Può scegliere di cambiare i titoli o descrizioni come meglio crede. Infatti, negli ultimi mesi, sembra che Google si stia muovendo sempre più verso un modello che non utilizza i tag title e le meta descrizioni fornite. Detto questo, i titoli e le descrizioni forniti per la pagina hanno ancora il potenziale di essere utilizzati per le SERP (search engine result pages, pagine dei risultati dei motori di ricerca) e vale comunque la pena ottimizzarli.



05. Inserisci il testo alternativo


L'alt text, o testo alternativo, è la piccola descrizione che dai alle immagini sul tuo sito. È incorporato nell'HTML del sito e costituisce un'importante risorsa SEO. I bot che scansionano le pagine web possono leggere rapidamente l'alt text per capire cosa contiene un'immagine.


L'alt text è inoltre importante in termini di accessibilità, poiché aiuta i non vedenti a ottenere il quadro completo delle tue pagine, anche senza poterle vedere. Gli strumenti che leggono le pagine web ad alta voce possono leggere il testo alternativo per aiutare a spiegare cosa contengono le immagini a coloro che non possono vederle.


Il testo alternativo rende anche più probabile che le immagini appaiano nelle ricerche su Google, sia nella sezione immagini di Google, che, sempre più spesso, in cima alle normali pagine dei risultati di ricerca. Le immagini stanno diventando sempre più importanti nelle ricerche Google, e migliore è il tuo testo alternativo, più sarà probabile che la tua immagine si classifichi in alto. Naturalmente, se il tuo sito ottiene esposizione e sale nella lista dei risultati grazie alle immagini e al contenuto, è probabile che tu riesca a guadagnare più traffico. Inoltre, Google considera le pagine web che utilizzano il testo alternativo come più ottimizzate. Questo può aiutare il tuo sito a presentarsi meglio agli occhi dei motori di ricerca.


Un aspetto importante da considerare è come scrivere il testo alternativo. Quando guardi un'immagine puoi pensare a vari modi per descrivere ciò che vedi. Ai fini della SEO, è bene pensare strategicamente al testo alternativo e cercare di includere alcune parole chiave per dare al sito una spinta in più. Tuttavia, il testo alternativo non può focalizzarsi solo sulle parole chiave; dovrebbe comunque spiegare accuratamente ciò che l'immagine rappresenta.


06. Creare link interni


I link sono un fattore importante per la SEO. Quando una pagina si collega ad un'altra, aiuta Google a navigare nel tuo sito e a costruire una rete di connessioni tra le tue pagine e il loro contenuto. Questo può aiutare con la categorizzazione delle pagine e permette a Google di indicizzare le tue pagine (o aggiungerle alla lista dei siti che Google considera quando mostra i risultati di ricerca) in modo più efficiente.


Una delle migliori strategie per sfruttare i link sono i link interni, cioè il collegamento tra le pagine all'interno del tuo sito web. Utilizzare i link interni è semplice perché hai il pieno controllo su tutte le pagine e puoi facilmente aggiungere link che colleghino le tue pagine l'una all’altra. I link interni aiutano anche ad aumentare l'autorevolezza del sito. Collegando le pagine meno visitate alle pagine più cliccate del tuo sito, invii a Google un segnale che entrambe le pagine sono importanti.


I link interni sono importanti anche per l'esperienza dei tuoi utenti sul sito. Collegando le pagine rilevanti l'una all'altra, renderai il tuo sito più navigabile e assicurerai che i tuoi utenti possano trovare facilmente quello che cercano. Un link interno può quindi guidare il traffico tra le pagine del tuo sito web, portando l'attenzione su tutte le tue risorse.


07. Usa i link esterni


I link esterni, o backlink, sono collegamenti tra il tuo sito e altri siti. Essi rappresentano un'importante tattica SEO perché fanno aumentare l'autorevolezza del tuo sito. Quando una pagina web importante fa riferimento al tuo contenuto, invia un segnale a Google, comunicando che le tue pagine sono una buona fonte di informazioni. I link esterni aiutano le tue pagine a guadagnare esposizione, permettendo a più utenti potenziali di raggiungerle e conoscere il tuo prodotto o servizio.


I link esterni funzionano meglio quando utilizzati in maniera naturale. Questo accade quando un'altra piattaforma ti ha notato e ha deciso che il tuo sito può aggiungere valore al suo contenuto. Quindi crea un link alla tua pagina, per aiutare i suoi lettori o utenti. Più autorevole o importante è l'altro sito, più prezioso è il suo link. Anche se non esiste una scorciatoia per ottenere dei link esterni, il modo migliore per farsi notare è quello di creare sempre dei contenuti di qualità.


08. Controlla che il tuo sito sia ottimizzato per mobile


Un altro elemento essenziale della SEO è garantire che tutti gli utenti possano raggiungere il tuo sito e avere un'esperienza utente positiva. Ad oggi, oltre il 50% di tutto il traffico in rete proviene da dispositivi mobile. Questo significa che devi assicurarti che il tuo sito sia mobile friendly.


Creare un sito ottimizzato per mobile non solo farà crescere il tuo giro d'affari e garantirà che gli utenti che cercano qualcosa da mobile possano usare il tuo sito, ma è importante anche dal punto di vista di Google. Il motore di ricerca, infatti, dà spesso priorità all'indicizzazione mobile, il che significa che scansiona la versione mobile del tuo sito per determinare il suo posizionamento tra i risultati. Ecco perché è importante concentrarsi sulla versione mobile del tuo sito.


Quando crei un sito con Wix, la versione mobile del tuo sito sarà create per te automaticamente. Puoi trovarla cliccando sull'interruttore mobile in alto nell'Editor. Ti consigliamo di rivedere la versione mobile per assicurarti che abbia l'aspetto desiderato e che tutti gli elementi del sito siano facilmente reperibili. Presta particolare attenzione alla navigazione su mobile e assicurati che il menu e i tasti del tuo sito siano chiari e visibili.


GIF esempi ottimizzazione seo desktop e mobile

09. Analizza i risultati


Occuparsi della SEO comporta un impegno e un monitoraggio costanti, devi valutare costantemente le prestazioni delle tue pagine e modificarle di conseguenza. Puoi controllare la posizione nei risultati di ricerca delle tue pagine e le loro prestazioni con strumenti SEO come Ahrefs e Google Search Console, per avere un'idea dell'impatto diretto delle tue modifiche. Questi strumenti possono aiutarti a capire se il sito è migliorato nel suo posizionamento e notare per quali parole chiave il tuo sito si posizione più in alto. Se posizionamento o traffico non ti soddisfano, puoi rivedere tutti i punti riportati in questa lista e modificare i parametri indicati per migliorare ancora la tua pagina e la sua posizione.


Altri importanti strumenti per analizzare il tuo sito sono Google Analytics e Wix Analytics. Essi possono aiutarti a ottenere informazioni approfondite sul traffico verso il tuo sito e sulla sua provenienza. Puoi anche valutare come gli utenti interagiscono con le tue pagine, il che può aiutarti a capire e ottimizzare i tuoi contenuti.


Autorevolezza e SEO


Un elemento importante per guadagnare la fiducia, sia degli utenti che di Google, è dimostrare la propria autorevolezza. Tendiamo a fidarci degli esperti e chiediamo consiglio a persone competenti nel loro campo. Google fa la stessa cosa. Determina quali siti hanno più informazioni e qualifiche su un dato argomento, e poi dà loro la priorità presentandoli per primi agli utenti. Per Google questa strategia è denominata E-A-T (Expertise, Authoritativeness and Trustworthiness, cioè esperienza, autorevolezza e fiducia).


Si può guadagnare autorevolezza in diversi modi. Quello più semplice è trattare in modo approfondito un argomento o un servizio di cui si è esperti. Se ad esempio il tuo servizio è un negozio online che vende fiori e il tuo sito ha un blog, il blog dovrebbe trattare argomenti che riguardino i fiori, le piante e come prendersene cura.


Si può essere una fonte autorevole per un dato argomento anche grazie ad alcuni semplici accorgimenti. Per esempio, assicurati che il contenuto del tuo sito sia aggiornato. Avere sempre nuovi contenuti non è sempre la strategia SEO più importante, ma è comunque una buona pratica.


Passi successivi


Ora che sai quali sono le principali strategie SEO, potresti chiederti quale sia il passo successivo. Puoi iniziare esaminando i passaggi citati qui sopra, assicurandoti di metterli in pratica sul tuo sito. Un modo semplice per farlo è utilizzare gli strumenti SEO di Wix, come SEO Wizard. Questi strumenti forniscono raccomandazioni SEO personalizzate in base alle esigenze del tuo sito. Naturalmente, puoi anche implementare ciascuna delle strategie in modo indipendente.


Ti consigliamo anche di esplorare la nostra Guida SEO completa per scoprire ulteriori dettagli e portare la SEO del tuo sito al livello successivo. Inoltre, dai uno sguardo a questi consigli per la tua SEO per vedere come modificare le tue pagine e dare loro la possibilità di posizionarsi in maniera ottimale per le parole chiave importanti per te.


Parti avvantaggiato se hai già messo in pratica tutte le tattiche che ti abbiamo suggerito in questo articolo. Tuttavia, ricorda che il lavoro per ottimizzare la tua SEO non finisce qui. Un aspetto importante della SEO è proprio la sua manutenzione. Dovrai controllare costantemente il tuo sito per assicurarti che tutto funzioni correttamente e sia aggiornato. Spesso, piccoli cambiamenti possono danneggiare i link o la funzionalità del sito, ecco perché è essenziale controllare e aggiornare costantemente il proprio sito.


Il team di Wix


Immagine per mobile

Questo blog è stato creato con Wix Blog