Come aprire un blog nel 2021: la guida completa per creare un blog di successo


Post di un blog di sneakers, con un paio di sneakers, una persona bionda seduta con una giacca viola e dei dati statistici


Se ti stai chiedendo come creare un blog, sei venuto nel posto giusto. Creare un blog è un modo gratificante per affinare le tue capacità di scrittura, esplorare nuove idee e costruire una presenza online che ruota intorno alle tue passioni e competenze. Avrai la possibilità di ispirare, educare e intrattenere i tuoi lettori - e man mano che il tuo blog crescerà, potrai anche iniziare a guadagnare e trasformarlo in un lavoro a tempo pieno.


In altre parole, un blog è il primo passo per perseguire finalmente il lavoro dei tuoi sogni o il tuo hobby preferito, non ci si può davvero sbagliare. Anche se avviare un blog può sembrare un'impresa, ti guideremo attraverso ogni passo per renderlo il più semplice possibile. Il processo è in realtà abbastanza facile, e avrai il tuo blog attivo e funzionante in men che non si dica.


In questa guida passo passo su come aprire un blog, troverai tutte le indicazioni e gli strumenti di cui avrai bisogno per lanciare il tuo blog. Imparerai come far decollare il tuo sito web, scrivere il tuo primo post sul blog e attirare lettori fedeli. Ti sembra interessante? Allora iniziamo.



Come aprire un blog


  1. Scegli una piattaforma per il tuo blog

  2. Scegli una piattaforma di hosting

  3. Trova la nicchia giusta

  4. Scegli un nome per il tuo blog e un dominio

  5. Configura e progetta il tuo blog

  6. Trova gli argomenti per il tuo blog

  7. Scrivi il tuo primo post sul blog

  8. Crea un calendario editoriale

  9. Promuovi il tuo blog

  10. Guadagna con il tuo blog


In questo tutorial completo dalla A alla Z copriremo tutto, dalla scelta della piattaforma per il tuo blog, a come monetizzare i tuoi articoli. Con un po' di consigli, potrai andare online con il tuo blog in 30 minuti o meno.


Questa sarà la guida più completa che troverai su come aprire un blog da zero. Se vuoi lanciare un blog rapidamente, puoi anche decidere di usare i passi numerati qui sopra come un veloce foglio di istruzioni. Puoi andare direttamente al passaggio che ti serve di più, o prepararti un caffè e leggerlo tutto.


Ecco come aprire un blog, dall'ideazione alla pubblicazione.



1. Scegli una piattaforma per il tuo blog


Il primo passo per iniziare ad aprire un blog, personale o professionale, è quello di selezionare una piattaforma sui cui pubblicare i tuoi contenuti. Una rapida ricerca su Google ti mostrerà che ci sono diversi siti disponibili per soddisfare le esigenze di blogger di tutti i settori. Wix, per esempio, è una buona piattaforma di blogging a tutto tondo che soddisfa la maggior parte delle esigenze.


La piattaforma per blog di Wix è semplice da utilizzare, e offre una varietà di opzioni di design interessanti e modelli con cui lavorare. Inoltre, è dotata di funzionalità per analizzare le prestazioni del tuo blog e monetizzare i tuoi contenuti, che ti torneranno utili man mano che costruirai il tuo pubblico di lettori.



Come creare un blog di successo: esempio di blog di design d'interni


Quanto costa aprire un blog?


Quando si fa una ricerca su come aprire un blog, una delle domande più diffuse che le persone hanno è quanto costa. Su molte piattaforme, aprire un blog è completamente gratuito.


Puoi decidere in qualsiasi momento di passare a una varietà di piani diversi, a seconda del tuo budget e delle tue esigenze.



2. Scegli una piattaforma di hosting


Una volta selezionata la tua piattaforma di blogging preferita, dovrai scegliere una piattaforma di hosting. Un blog, come altri tipi di siti web, richiede un host. Questo essenzialmente memorizza i siti web su un server, sotto un indirizzo unico, in modo che i visitatori possano raggiungerli facilmente.



 Come aprire un blog: la migliore piattaforma di hosting


Su alcune piattaforme di blogging, l'hosting è già incluso, quindi non sarà necessario trovare un host web separato. In questo caso, puoi saltare questo passaggio e andare al punto 3.


Con altri costruttori di siti web, come WordPress, sarà necessario trovare e pagare per una piattaforma di hosting separata. Alcune opzioni popolari includono:


  • BlueHost

  • HostGator

  • GoDaddy

  • DreamHost


Se non sei sicuro di quale piattaforma di hosting scegliere, prendi in considerazione questi fattori:


  • Uptime o tempo di funzionamento: la quantità di tempo in cui il server che ospita il tuo sito web è attivo e funzionante. Un tasso di uptime alto (99,95% o superiore) è una buon segno che i server dell'host funzionano bene

  • Larghezza di banda: la quantità di dati che il tuo sito web può trasferire ai visitatori in un certo periodo di tempo. Questo fattore si basa sulla dimensione delle pagine del tuo sito web e sulla quantità di traffico che ti aspetti. Puoi usare diversi calcolatori online per misurare la larghezza di banda del tuo sito

  • Assistenza clienti: il servizio clienti che puoi contattare nel caso in cui qualcosa vada storto. Idealmente, il tuo fornitore di hosting dovrebbe offrire un centro di assistenza online, offrire callback e rispondere a domande e preoccupazioni sui social media


Una volta che hai scelto la tua piattaforma di blogging e il tuo fornitore di hosting, puoi iniziare a raccogliere idee per il tuo blog.


Non preoccuparti ancora della scelta e registrazione del tuo nome di dominio - vedremo insieme i passaggi di questo processo al punto 4.



3. Trova la nicchia giusta


Allontaniamoci dal tecnico e tuffiamoci nel teorico. Fai un passo indietro e pensa all'elemento principale che costituirà le fondamenta del tuo blog, a partire dall'URL e dal nome di dominio, per continuare con il suo contenuto e design: ossia la nicchia del tuo blog. Di cosa vuoi che tratti esattamente il tuo blog?


Non c'è praticamente alcun limite quando si tratta di scegliere gli argomenti. La cosa più importante è selezionare un'area tematica specifica che sarà il fulcro di tutto il tuo blog.


I possibili tipi di blog vanno dai blog di moda a quelli di marketing, a quelli di cucina e ricette. Poiché ci saranno molti altri blog che si concentrano sugli stessi argomenti, dovrai trovare un modo per distinguerti dagli altri, pur scrivendo di ciò che ami.


Ecco tre semplici passi per scegliere la nicchia perfetta per te e il tuo blog - una che non solo sia in linea con le tue passioni, ma che sia anche possibile monetizzare e far crescere:

  • Restringi i tuoi interessi

  • Fai una ricerca sul tuo pubblico

  • Controlla se la nicchia scelta è redditizia



Come aprire un blog: scegliere una nicchia


Restringi i tuoi interessi


Quando inizi un blog, pensa a lungo termine. Per essere motivato a scrivere regolarmente sul tuo blog, dovrai scrivere di qualcosa che ti interessa veramente. Se scegli un argomento solo perchè popolare o redditizio, i tuoi sforzi si esauriranno abbastanza rapidamente.


Se non sei sicuro fin das ubito su cosa dovresti scrivere il tuo blog, va bene così. Comincia con una semplice sessione di brainstorming sugli argomenti che ti piacciono. Di cosa ti entusiasma parlare? Su cosa vuoi saperne di più?


Ora, scrivi i primi 5-10 interessi che ti vengono in mente. Ecco qualche esempio:

  • Viaggi

  • Cucina

  • Famiglia

  • Musica

  • Escursioni


Poi, pensa ai tuoi interessi più specifici all'interno di queste aree tematiche e aggiungili alla tua lista. Potrebbe trattarsi di qualcosa del genere:

  • Viaggi zaino in spalla nel sud-est asiatico

  • Ricette vegane

  • Crescere dei gemelli

  • Musica indie rock

  • Escursioni nelle Montagne Rocciose


Non preoccuparti ancora che queste nicchie siano perfette. Farai ricerche più approfondite nei prossimi passi.



Fai una ricerca sul tuo pubblico


Il prossimo passo per iniziare un blog è scoprire quali argomenti le persone sono interessate a leggere. Se il tuo blog ha successo, potresti iniziare a guadagnare e decidere di diventare un blogger a tempo pieno.


È possibile determinare quanto una nicchia qualsiasi sia richiesta con un po' di ricerca. Inizia dando un'occhiata a Google Trends, che ti mostra quante persone stanno cercando un particolare argomento. Più ricerche ha un argomento, più le persone saranno interessate ad esso.


Per esempio, digitiamo "ricette vegane" in Google Trends. Nell'immagine qui sotto, vedrai che c'è un livello relativamente stabile di interesse per questo argomento, quindi è un buon candidato per essere la nicchia del tuo blog.



Come aprire un blog: scegliere una nicchia con l'aiuto di Google Trends


"Ricette paleo", d'altra parte, ha un grado di interesse molto più basso. Questo non significa che sia una cattiva idea - alcuni blogger preferiscono scrivere per un pubblico più specifico, se hanno una specialità unica - ma significa che ci sono meno persone interessate a quella particolare area tematica.


Se Google Trends rivela che l'interesse in un'area tematica è molto basso o in declino, allora è improbabile che quell'argomento guadagni popolarità nell'imediato futuro.



Controlla se la nicchia scelta è redditizia


Che tu gestisca un blog personale o uno professionale, è una buona idea controllare se la tua nicchia è redditizia. Anche se stai iniziando come blogger per hobby, vorrai tenere in considerazione la possibilità di monetizzare il tuo blog in futuro, nel caso in cui i tuoi sforzi di blogging si evolvano in una carriera.


Ci sono diversi modi per guadagnare come blogger, ma uno dei metodi più comuni è quello del marketing di affiliazione. Come affiliato, lavorerai con una specifica azienda, fornendo un link ai loro prodotti all'interno del tuo blog, e guadagnando una commissione per ogni vendita effettuata attraverso il tuo sito.


Considerare se sarebbe possibile scrivere un blog come affiliato è un buon modo per capire se la tua nicchia è redditizia. Pensa a tipi di post come: "i migliori" o "come fare a" che potresti scrivere - per esempio, "I migliori elettrodomestici da cucina per cucinare facilmente" o "Come fare una torta di carote in 10 minuti". In entrambi i casi, potresti includere un link di affiliazione al tuo robot da cucina preferito o al mixer elettrico e guadagnare per ogni acquisto fatto attraverso il tuo blog.


Non è necessario pianificare ora la tua strategia per guadagnare, ma pensare in generale alle opportunità di guadagno può aiutarti a scegliere una nicchia. Per ora, concentrati sull'avviare il tuo blog - parleremo più avanti, al punto 10, su come guadagnare con il tuo blog.



4. Scegli un nome per il tuo blog e un dominio


Mentre pensi a come aprire un blog, la domanda sul come chiamarlo è probabilmente in agguato da qualche parte nella tua mente.


Ci sono tre strade principali che puoi percorrere per scegliere il nome del tuo blog. Queste includono:

  • Il tuo nome e cognome

  • Il nome della tua attività (se ne hai una)

  • Un nome nuovo e creativo


Quando scegli il nome del tuo blog, dovresti anche pensare alla personalità che vuoi che rifletta. Dovrebbe essere formale e professionale? Dolce e romantico? Tagliente e anticonformista? Se sei bloccato sulla scelta del nome per il tuo blog, usa questo generatore di nomi per blog come fonte di ispirazione.



  Come creare un blog di successo: scegliere il nome del blog


Una volta deciso, dovresti procedere e scegliere anche il tuo nome di dominio. Chiamato anche URL, un dominio è l'indirizzo di un sito sul web (il nome di dominio di questo sito, per esempio, è www.wix.com). In genere, il tuo nome di dominio sarà lo stesso, o almeno influenzato, dal nome del tuo blog.



5. Configura e progetta il tuo blog


  • Scegli un modello di blog

  • Decidi quali pagine includere

  • Fatti indicizzare sui motori di ricerca

  • Crea un logo per il tuo blog


A questo punto, hai scelto una piattaforma di blogging e di hosting, un nome di dominio e una nicchia. Ora hai tutte le basi per aprire il tuo blog.

Ecco come continuare:


Scegli un modello di blog


La prima parte della configurazione è la scelta di un modello. Come il nome del tuo blog, il suo aspetto costituirà una parte importante della sua personalità.


Il modo più efficiente per iniziare il tuo blog è quello di scegliere un template di blog predefinito. In seguito, potrai personalizzarlo in base alle tue preferenze.


Assicurati di sceglierne uno che comunichi l'area tematica del tuo blog. Ci sono modelli di siti web per blogger di qualsiasi genere, se sei un blogger di cibo, di fotografia o di affari. Mentre navighi, pensa all'atmosfera che vuoi che il tuo sito web comunichi, per esempio se è classico, moderno, forte o minimalista.


Dovresti anche tenerne conto quando personalizzi ulteriormente il template con i tuoi colori preferiti. La psicologia del colore gioca un ruolo enorme nel formare l'impressione del pubblico sul tuo blog. Quando scegli una tavolozza di colori, tieni a mente i sentimenti e gli atteggiamenti che i diversi colori evocano. Il blu, per esempio, tende a evocare affidabilità e fiducia, mentre il giallo evoca energia e gioia.



Come aprire un blog: modelli di blog


Decidi quali pagine includere


Una volta scelto un modello, pensa a quali pagine includere nel tuo blog. La maggior parte dei blog comprende più di una sezione per mostrare i propri post. Potrebbe anche includere un negozio online, come nell'immagine qui sotto, o una pagina di contatto.



Come aprire un blog: impostare il tuo blog


Ecco una panoramica delle diverse opzioni:


01 - Pagina di contatto: questo è il posto dove mettere il tuo indirizzo e-mail in modo che chi ti segue e potenziali partner commerciali possano contattarti. Puoi anche includere un modulo di contatto in modo che le persone possano inviarti un messaggio direttamente attraverso il tuo sito.



Come aprire un blog: aggiungere una pagina di contatto


02 - Pagina di informazioni o 'Su di me': questa racconta ai visitatori chi sei, cosa fai e perché lo fai, fornendo un po' di contesto dietro il tuo blog e rendendo il tuo contenuto più umano.



Come aprire un blog: pagina di informazioni


03 - Negozio online: se stai pensando di vendere articoli che hanno a che fare con il tuo blog, vorrai anche aggiungere una pagina separata per il tuo negozio online. Puoi chiamare questa pagina "Prodotti" o "Negozio".



Come aprire un blog: aggiungere un negozio online


Se vuoi rimpolpare il tuo blog con ancora più pagine, una pagina 'Tutorial', una pagina con gli articoli più popolari o una pagina con articoli selezionati da te sono tutte opzioni molto apprezzate.


Inoltre, alcuni blog scelgono di mettere i loro post direttamente sulla homepage, mentre altri mantengono la loro homepage e le pagine del blog separate. Se lo fai, assicurati di includere un menu di navigazione in modo che i visitatori possano accedere facilmente al tuo blog e alle altre pagine del sito.


Non c'è un modo giusto o sbagliato per configurare un blog, quindi prova diverse opzioni per vedere cosa si adatta meglio al tuo stile e alla tua personalità. Tieni presente che puoi sempre aggiungere o rimuovere delle pagine nel tempo, man mano che il tuo blog si evolve.



Fatti indicizzare sui motori di ricerca


Un'altra parte dell'aprire un blog è assicurarsi che sia visibile su Google e sugli altri motori di ricerca. Questo è cruciale se vuoi che il tuo contenuto appaia nei risultati di ricerca, quindi vorrai occuparti subito di questo passaggio.


Per prima cosa, assicurati che il tuo sito sia indicizzato su Google. Essenzialmente, questo significa avvisare Google che il tuo blog esiste. Puoi farlo inviando la tua mappa del sito a Google Search Console.


Suggerimento: Google Search Console non è solo importante per l'indicizzazione del tuo sito, ma è anche una piattaforma preziosa che userai durante il tuo viaggio nel mondo del blogging. Ti fornisce dati importanti sui visitatori del tuo blog e sui clic, che potrai usare per migliorarne i tuoi contenuti.



Come aprire un blog: indicizza il tuo sito con Google Search Console


Per scoprire se il tuo sito è già incluso nell'indice di ricerca di Google, fai una rapida ricerca del sito (una ricerca del sito utilizza l'URL della tua homepage e appare come site:ilnomedeltuoblog.com). Se il tuo blog appare nei risultati di ricerca, allora il tuo sito è già indicizzato.



Crea un logo per il tuo blog


Infine, rifinisci il tuo sito con un logo attraente per il blog. Questo è un altro modo per aggiungere personalità al tuo sito, ed è un passo essenziale se vuoi aprire un blog che sia in grado di evolvere in un marchio riconoscibile.


Un'opzione è quella di disegnare il proprio logo o esternalizzare il compito, ma è anche possibile utilizzare un creatore di loghi online. Questi strumenti ti danno un sacco di spazio per personalizzare il tuo logo con i tuoi colori preferiti, font e icone, e tendono ad essere più veloci e più convenienti che assumere un designer professionista.


Una volta creato il tuo logo, mettilo nell'angolo in alto a sinistra del tuo sito web e collegalo alla tua homepage. Questo aiuterà a brandizzare i tuoi contenuti migliorando l'esperienza di navigazione per i lettori.



Come aprire un blog: Idee per il logo del blog


6. Trova gli argomenti per il tuo blog


Dal punto di vista tecnico, il tuo blog è ora pronto a partire. È il momento di iniziare a pensare con quali argomenti inizierai.


Comincia a pensare alle tue esperienze, successi, fallimenti o scoperte relative alla tua nicchia. Quali intuizioni puoi condividere? Quali idee vuoi esplorare più in profondità?


Mentre pensi agli argomenti, cerca di entrare nella testa dei tuoi lettori. Ecco alcune domande per guidarti nel processo di brainstorming:


  • Quali caratteristiche possiede il mio pubblico di riferimento?

  • Quali argomenti appassionano il mio pubblico di riferimento?

  • Quali sfide affronta il mio pubblico di riferimento?


Puoi anche trovare delle idee usando il modello del cluster di argomenti. Essenzialmente, questo è un sistema strettamente organizzato che mette insieme i post correlati usando una serie di link interni. Anche se questo processo è di solito considerato parte della SEO, si può anche pensare ad esso come una mappa mentale per trovare nuove idee.


Con questo modello, pensa a un argomento ampio - per esempio, le ricette - e poi dividilo in sotto-argomenti più piccoli, come le ricette per la cena o per il brunch. Poi, dividili in argomenti ancora più specifici, come ricette per la cena in 20 minuti, ricette per un brunch coi bambini e idee per la decorazione di torte. Ognuno di questi argomenti potrebbe essere un post del tuo blog.



Come aprire un blog: idee di blog


Se sei ancora bloccato, questa lista di idee per il blog può aiutarti ad avviare il processo di brainstorming:

  • Una lista di 30 cose da fare prima dei 30 anni (anche 40 prima dei 40, o 50 prima dei 50)

  • Le tue fonti di ispirazione

  • Guide per principianti

  • Trucchi per risparmiare tempo

  • Una sfida che hai affrontato


Usa queste idee come guida, ma sentiti libero di aggiungere il tuo tocco creativo basato sulla tua nicchia.



7. Scrivi il tuo primo post sul blog


  1. Inizia con la ricerca delle parole chiave

  2. Trova un titolo per il tuo post del blog

  3. Delinea i tuoi punti principali

  4. Scrivi un contenuto coinvolgente

  5. Inserisci le immagini

  6. Ottimizza per la SEO

  7. Rivedi e pubblica


Ora che ti sono venute delle idee, sei pronto a tuffarti nella scrittura. Vediamo come scrivere un post del blog dall'inizio alla fine:


Inizia con la ricerca delle parole chiave


Trovare le parole chiave giuste è fondamentale per far sì che le persone leggano i tuoi post. Includendo nel tuo post certe frasi o parole chiave, aumenti le possibilità che il tuo blog appaia nelle pagine dei risultati di ricerca per quelle query.


Diciamo, per esempio, che vuoi condividere la ricetta di una torta di carote nel tuo blog. Vorrai puntare a parole chiave come:

  • Torta di carote

  • Ricetta torta di carote

  • Migliore ricetta per la torta di carote

  • Come fare la torta di carote


A seconda del tuo argomento, alcune parole chiave possono essere più ovvie di altre. Puoi perfezionare le tue parole chiave usando strumenti gratuiti di ricerca delle parole chiave come Google Keyword Planner o Answer The Public, o puoi usare opzioni più potenti a pagamento come SEMrush o Ahrefs.



Come aprire un blog: ricerca delle parole chiave con Ahrefs


Poi, dovrai utilizzare strategicamente le parole chiave selezionate in tutto il tuo articolo. Questo significa due cose: in primo luogo, dovrai posizionare queste frasi in tutto il tuo post (ma cerca di farlo nel modo più organico possibile - a nessuno piace trovare una serie innaturale di parole chiave buttate là). In secondo luogo, dovresti strutturare il tuo articolo in base al formato che vedi nei primi 10 risultati di ricerca per quelle parole chiave.


Diciamo, per esempio, che vuoi scrivere un articolo sulla tua ricetta preferita per la torta di carote. Inizia controllando i tuoi concorrenti - i primi 10 risultati di ricerca su Google per la parola chiave "ricetta torta di carote".


Quando digiti questa frase nel motore di ricerca, noterai che i primi risultati sono scritti sotto forma di elenco numerato, piuttosto che di testo narrativo. Si può quindi supporre che la maggior parte dei lettori preferisca il formato della lista per questo tipo di post. Per offrire contenuti di valore ai tuoi lettori - e di conseguenza posizionarti in alto su Google - vorrai che il tuo post abbia un formato simile.


Per la stessa ragione, vorrai toccare tutti i punti principali coperti dai tuoi concorrenti. Questo non significa che non puoi essere creativo - è solo per dire che oltre a condividere le tue intuizioni originali, dovresti assicurarti di trattare tutte le basi.


Per continuare con il nostro esempio, supponiamo che quando si cerca "ricetta della torta di carote", i primi risultati di ricerca includano una sezione su come fare la crema al formaggio. Questo è indice che molti lettori trovano questo contenuto utile. Inoltre, mostra che Google ha una preferenza per gli articoli che includono questo dettaglio. Sarebbe, quindi, una buona mossa menzionare questa idea nel tuo articolo.



Delinea i punti principali


La ricerca delle parole chiave ti dà un'idea del formato più adatto per il tuo post del blog, così come di quali sezioni includere. Questo si svilupperà naturalmente nella fase di creazione della struttura del tuo testo.


Per prima cosa, scegli il tipo di post che vorresti scrivere. Sarà una guida su come fare qualcosa? La raccomandazione di un prodotto? Qualunque sia il modello di post che decidi di scegliere, assicurati di avere un'idea chiara in mente prima di strutturare il tuo testo.


Poi, usa titoli e sottotitoli per suddividere il tuo contenuto in sezioni organizzate e di dimensioni ridotte. Sotto ogni titolo, crea delle note puntate dei punti principali che tratterai in ogni sezione. Questo sarà la struttura del tuo primo post del blog.



Trova un titolo per il post del blog


Il prossimo passo per creare il tuo articolo di blog è trovare un titolo che sia forte. Puoi pensare al titolo del tuo blog in qualsiasi fase del processo di pianificazione del tuo post, ma le idee migliori spesso nascono mentre pensi alla struttura dell'articolo.


Il titolo di un blog è una piccola ma potente parte del tuo contenuto. Spesso, fa la differenza tra il fatto che le persone clicchino o meno sul tuo articolo.


Per rendere i titoli del tuo blog accattivanti e convincenti, mettiti nei panni dei tuoi lettori. Pensa a cosa potrebbe interessarli e coinvolgerli, e prova queste strategie:

  • Sii chiaro e diretto

  • Prometti valore

  • Fai appello alle emozioni dei tuoi lettori

  • Sollecita la loro curiosità

  • Usa l'umorismo, l'allitterazione o un gioco di parole


Ecco alcune idee di titoli per post del blog da riempire per aiutarti:



Come scrivere un post sul blog: titoli di blog


Scrivi un contenuto coinvolgente


Ora è il momento di iniziare a scrivere. Tieni a mente che avrai bisogno di un'introduzione, un corpo del testo suddiviso da titoli e sottotitoli, e una conclusione (opzionale).


Nell'introduzione, attira l'attenzione del tuo pubblico con un aneddoto accattivante, una citazione, una statistica convincente, o un fatto interessante. Poi, inserisci un breve riassunto di ciò che contiene l'articolo, assicurandoti di catturare l'interesse dei tuoi lettori.


Poi, scrivi il corpo del testo, usando il tuo schema come guida. Questo è il momento in cui condividere la tua conoscenza e competenza come blogger con i tuoi lettori. Evita le banalità; scrivere tanto per scrivere è uno dei più grandi errori che puoi fare come blogger. Invece, assicurati che ogni frase sia significativa, e condividi le tue intuizioni originali e i tuoi consigli. Dovresti anche usare un tono di voce che risuoni con il tuo pubblico, che sia divertente e casual o serio e formale.


Infine, chiudi il tuo post con una conclusione. Anche se non tutti i blog includono questa parte finale, è un bel modo per tirare le fila del discorso e ricapitolare le tue idee.


Tieni a mente che scrivere un post per il tuo blog può richiedere diverse ore, ed è un processo che non dovrebbe essere affrettato. Metti da parte almeno mezza giornata per scrivere la tua prima bozza.



Inserisci le immagini


Quando inizi il tuo blog, ricorda che la scelta delle immagini può rafforzare l'impressione generale che i lettori hanno del tuo articolo. Che tu aggiunga foto, screenshot o illustrazioni ai tuoi articoli, dovrebbero essere funzionali oltre che belli. Assicurati che trasmettano i tuoi punti principali e che mettano in evidenza esempi importanti nel tuo post.


Se non hai le tue immagini, inizia a sfogliare gli stock di foto gratuite disponibili sul web. Pexels e Unsplash sono entrambi siti popolari per raccogliere materiale fotografico e immagini per il tuo blog. Anche se alla fine potresti voler usare foto scattate da te, le immagini che trovi su Pexel o Unsplash sono un modo veloce per iniziare a creare il tuo blog.

Ottimizza per la SEO


Una volta creato il tuo contenuto, ci sono un paio di cose di cui dovrai occuparti prima di cliccare 'Pubblica'. Questi passaggi hanno principalmente a che fare con la strategia che vorrai adottare per il tuo blog, dal migliorare la SEO al generare conversioni tramite il tuo articolo. Ecco una rapida lista di cose da fare per guidarti mentre crei i tuoi post:


  • Controlla due volte le tue parole chiave: effettua una ricerca veloce nel tuo contenuto (CTRL+F) per controllare l'uso che hai fatto delle parole chiave. Hai inserito tutte le parole chiave che volevi? Se no, controlla se riesci a incorporare altre parole chiave nel tuo articolo. (Tieni presente che inserire troppe parole chiave è considerato una cattiva pratica, e i motori di ricerca possono penalizzarti per questo. Incorporale in modo naturale nel testo, piuttosto che forzarle)

  • Aggiungi link interni: un asso nella manica di ogni blogger è quello di collegare tra loro i post del blog - noto anche come linking interno. Questo aiuta a migliorare la SEO dei tuoi post, e incoraggia i tuoi lettori a sfogliare anche gli altri articoli del tuo blog. Piuttosto che inserire dei link a caso, dovresti pensare a collegare i post del blog che sono correlati fra loro; questo non solo aiuta la tua SEO, ma aggiunge anche valore per i tuoi lettori, fornendo loro accesso ad articoli ai quali potrebbero essere interessati. Se hai appena iniziato un blog e non hai ancora molto contenuto, non dimenticare di rivedere i tuoi post in futuro per aggiungere i link interni

  • Incorpora delle CTA: il prossimo trucco è quello di includere delle chiamate all'azione (CTA o call to action) in tutto l'articolo. Questi piccoli frammenti di contenuto spesso prendono la forma di frasi come "Acquista ora", "Iscriviti" o "Leggi di più". Inserendo dei tasti con delle chiamate all'azione nel tuo articolo, puoi invitare i lettori a comprare i tuoi prodotti, iscriversi alla tua newsletter, o a cliccare per saperne di più

  • Utilizza il testo alternativo: poiché Google non può leggere le foto, i blogger spesso aggiungono una breve descrizione a ogni immagine (idealmente usando delle parole chiave) per aiutare il motore di ricerca a capire cosa viene mostrato. Questa descrizione, chiamata alt text, o testo alternativo, aiuta le tue immagini a comparire nelle ricerche di immagini su Google

  • Scrivi i metadati del tuo post: metadati è il termine che indica il testo utilizzato per visualizzare una pagina web nei risultati di ricerca di Google. Questo include il meta titolo (noto anche come title tag) e la meta descrizione. A volte, il meta titolo è lo stesso del titolo del tuo post, mentre altre volte, potresti scegliere un titolo leggermente diverso per mostrare il tuo post. In questo caso non c'è giusto o sbagliato, purché il titolo sia accattivante e comprenda la tua parola chiave più importante. La meta descrizione, che è il breve frammento di testo sotto il meta titolo, dovrebbe includere anch'essa le tue parole chiave principali e i punti più importanti dell'articolo



Come aprire un blog: scrivere i metadati


  • Scegli il tuo URL: ogni pagina web ha un URL dedicato, e i post del tuo blog non sono diversi. Un URL forte aiuta i tuoi articoli a posizionarsi in alto nelle pagine dei risultati dei motori di ricerca, e tipicamente contiene una parola chiave. Gli URL dei post del blog spesso prendono la forma di www.iltuodominio.com/blog-post-parolachiave o www.iltuodominio.com/blog/blog-post-parolachiave. La maggior parte dei post del blog genererà automaticamente un URL per te, ma è bene sapere che puoi entrare e personalizzare l'URL per ogni post del tuo blog



Modifica e pubblica


Ora hai tutto il necessario per creare il tuo primo post sul blog. Leggilo un paio di volte e condividilo con familiari o amici per una revisione. È sempre utile avere un altro paio di occhi che legga il tuo post.


Quando pensi che il tuo articolo sia pronto, caricalo sul tuo blog. La piattaforma di blogging che hai deciso di utilizzare avrà anche una sezione per digitare i metadati e l'URL. Una volta caricato l'articolo e controllato che tutto sia in ordine, clicca su Pubblica e festeggia la pubblicazione del tuo primo articolo!

8. Crea un calendario editoriale


Evviva! Hai appena pubblicato il tuo primo post sul blog. Prenditi una pausa, e quando sei pronto, pianifica il resto del calendario di pubblicazione del mese.


Creare un calendario editoriale è un passaggio importante per iniziare il tuo blog con il piede giusto. È un modo efficace per assicurarti di pubblicare in modo coerente, renderti consapevole dei contenuti che pubblichi e non deviare dagli obiettivi che ti sei posto per il tuo blog. I tuoi lettori vogliono leggere nuovi contenuti, e tu vuoi accontentarli. Inoltre, i motori di ricerca tengono conto della frequenza con cui pubblichi quando determinano la posizione generale del tuo sito nei risultati di ricerca.


Probabilmente hai già una serie di possibili argomenti per i prossimi articoli dalla sessione di brainstorming che abbiamo fatto al punto 6. Se no, utilizza lo stesso processo per trovare nuove idee. Una volta che hai almeno una decina di idee, inizia a costruire un calendario di contenuti.


Creare un calendario non richiede l'uso di strumenti o piattaforme speciali. Apri Excel o Google Sheets, e comincia a costruire il tuo calendario da lì. Le colonne che decidi di usare dipendono completamente da te, ma probabilmente vorrai creare diverse sezioni per la data di pubblicazione, il titolo del blog, le parole chiave principali, lo stato dell'articolo ed eventuali commenti.



Come iniziare un blog: modello di calendario editoriale


Suggerimento: se sai di essere incline alla procrastinazione (non lo siamo tutti?), apri Google Calendar e inserisci lì tutte le tue scadenze. Puoi anche bloccare nel tuo calendario dei momenti da dedicare alla scrittura.



Quanto spesso dovresti scrivere sul blog?


Quando si impara come creare un blog di successo, una domanda che le persone si pongono è ogni quanto pubblicare nuovi contenuti. Come regola generale, più spesso si pubblica, più traffico si ottiene sul blog. Non c'è una risposta definitiva su quanto spesso sia necessario pubblicare, ma gli studi ci hanno indicato alcune statistiche importanti:


  • 11 o più post al mese producono un notevole aumento del traffico. Tra le piccole aziende di 10 o meno dipendenti, quelle che hanno pubblicato almeno 11 post al mese sul blog hanno avuto il doppio del traffico rispetto a quelle che hanno pubblicato fra 2 e 5 post al mese

  • Le piccole aziende hanno anche scoperto che pubblicare almeno 11 post al mese produce il doppio dei contatti rispetto alla pubblicazione di 6-10 post al mese. Questo è importante se il tuo obiettivo è quello di ottenere abbonati, vendere prodotti o lavorare come affiliato (parleremo di questo al punto 10)


Come aprire un blog: quanto spesso dovresti tenere un blog


La frequenza di pubblicazione del tuo blog dipende anche dai tuoi obiettivi. Se il tuo obiettivo principale è quello di generare consapevolezza nei confronti del tuo brand, inizia con 1-2 nuovi post a settimana. D'altra parte, se il tuo obiettivo principale è quello di aumentare il traffico verso il tuo sito, dovresti idealmente scrivere 3-4 nuovi post a settimana.


Tieni tutto questo in mente mentre crei il tuo calendario editoriale, ma rendi i tuoi obiettivi piccoli e realizzabili. Se fissi delle scadenze irrealistiche che non puoi rispettare, finirai per perdere la rotta e potresti persino scoraggiarti.