Analisi SWOT: cos’è e come farne una per il tuo business


Analisi swot esempio

Che tu abbia un'azienda avviata con un business plan consolidato, o che tu sia solo all'inizio e stia per creare il sito web della tua nuova azienda, identificare e capire come agisce la concorrenza può aiutarti a costruire una migliore strategia per il tuo business. È qui che entra in gioco l'analisi SWOT.


Ma che cos'è l'analisi SWOT? Si tratta di uno strumento utile per migliorare la tua strategia di marketing e raggiungere i tuoi obiettivi. In questa guida, ti spiegheremo nel dettaglio cos'è e come fare un’analisi SWOT tutta tua.


  1. Analisi SWOT: cos’è?

  2. Perché svolgere un'analisi SWOT

  3. Come fare un'analisi SWOT

  4. Come fare un'analisi SWOT: un esempio

  5. Punti forti

  6. Punti deboli

  7. Opportunità

  8. Minacce

  9. Creare un piano per la tua analisi SWOT



Analisi SWOT: cos’è?


SWOT è l'acronimo in inglese di Strengths, Weaknesses, Opportunities, and Threats (Punti forti, punti deboli, opportunità e minacce). L'analisi SWOT è una strategia usata dalle imprese per misurare e valutare le loro prestazioni generali e quelle dei concorrenti in modo obiettivo. Tutti i fattori considerati in questa analisi aiutano gli imprenditori a prendere decisioni migliori per la loro azienda, per esempio, nel caso in cui decidano di espandersi in un nuovo campo o puntare al rebranding.


I primi due parametri, punti forti e punti deboli, riguardano fattori interni come la reputazione, dove si trova la tua azienda, il team che la gestisce e ciò di cui si occupa. Questi fattori non sono necessariamente statici e possono cambiare nel tempo. Sta all’azienda decidere se mantenerli o cambiarli (il che può avvenire sia in positivo che in negativo). Quindi, supponendo che tu voglia operare un cambiamento positivo, dovrai impegnarti e mettere in conto il tempo necessario per metterlo in atto.


Le opportunità e le minacce, invece, sono legate alle influenze esterne come la concorrenza, le tendenze del mercato e i prezzi dei materiali. Sfortunatamente, questi non sono sotto il tuo controllo, e quindi non sarai in grado di cambiarli. Detto questo, le aziende e le società di successo imparano a sfruttare questi fattori a loro vantaggio, adattando le loro strategie alle circostanze per restare competitivi.


Perché svolgere un'analisi SWOT


L'analisi SWOT è un processo lungo che può aiutare a trarre conclusioni utili per diversi tipi di attività, consentendo di vedere più chiaramente il quadro generale. Una volta in possesso di dati e informazioni preziose derivati dall’analisi SWOT, le aziende possono così formulare un piano strategico per portare avanti il proprio business.


Inoltre, quando si è capito come fare un’analisi SWOT si inizierà a vedere il proprio business da un punto di vista nuovo, riconsiderando punti forti e punti deboli. Questo permette non solo di essere pronti a qualsiasi sfida che potrebbe avere un impatto sulla propria attività, ma offre anche una comprensione più profonda delle potenziali opportunità o minacce all'interno del mercato a cui una determinata azienda si rivolge.


Come fare un'analisi SWOT


L'analisi SWOT dovrebbe essere un processo collaborativo e inclusivo, quindi prima di entrare nel vivo, assicurati di riunire i tuoi collaboratori e tutte le parti interessate che possono contribuire con le loro idee alla tua analisi. In questo modo, avrai l’occasione di ascoltare più opinioni e punti di vista diversi, che arricchiranno la discussione e la tua analisi SWOT più in generale.


Qui di seguito, esploreremo le varie fasi per capire come fare un'analisi SWOT, esaminando sia la tua azienda che quelle dei tuoi concorrenti. Per ogni analisi SWOT che decidi di fare, usa una lavagna bianca, un foglio di carta o un altro dispositivo per prendere appunti. Su di essi, crea quattro sezioni per ogni azienda che analizzerai. Etichetta le sezioni come: punti forti e punti deboli, opportunità e minacce. E ricorda che per questo tipo di analisi occorre abbandonare i pregiudizi. Più sarai onesto, migliori e più utili saranno i risultati che otterrai.


Immagine con spiegazione dell’acronimo SWOT

Come fare un'analisi SWOT: un esempio


Per farti capire come fare un'analisi SWOT, abbiamo immaginato il caso di un massoterapista che vuole aprire il proprio business di servizi.

1. Punti forti


I punti forti sono ciò che una particolare azienda fa bene, che le danno un vantaggio competitivo nel settore e apportano un beneficio ai clienti. Identificare i punti di forza della tua attività può aiutarti a sfruttarli rendendoli ancora più favorevoli.


Per quanto riguarda la concorrenza, invece, considera i suoi punti forti come un obiettivo a cui mirare. Chiediti: "Come posso fare quello che fa la concorrenza, ma meglio?" o "Come posso dare un mio tocco personale a questa idea, superando la loro?”


Ecco alcune domande da considerare per imparare come fare un’analisi SWOT al meglio:

  • Quali sono i vantaggi competitivi di questa azienda nel suo settore?

  • Quali funzionalità offrono che sono uniche e preziose?

  • In quali processi eccellono?

  • Cosa attira i clienti?

  • Sono leader del mercato? Se sì, come ci sono arrivati?

  • L'organizzazione si sta espandendo e sta assumendo nuovi dipendenti?

  • Quali sono i punti di forza dell'azienda, cioè la proprietà intellettuale, le parti interessate, le proprietà immobiliari, ecc.?


2. Punti deboli


Questi sono gli aspetti di un'organizzazione che potrebbero essere migliorati. Durante questa fase di un'analisi SWOT, è particolarmente importante essere onesti. Potrebbe essere un po' difficile all'inizio, ma se non individui le tue debolezze, non potrai mai migliorarle.


Molte delle voci analizzate per i punti forti di cui sopra possono essere prese in considerazione anche per l'analisi delle debolezze, ma dal punto di vista opposto. Per esempio, nell'analisi SWOT, un punto di forza potrebbe essere "espandere l’attività e assumere nuovi dipendenti", mentre una debolezza potrebbe essere "perdere dipendenti a causa della concorrenza". Altre debolezze che possono essere considerate sono:


  • Cosa potrebbe far meglio l’azienda?

  • Quali processi potrebbero essere migliorati?

  • A questa azienda manca una solida reputazione?

  • Quali sono le difficoltà di questa azienda rispetto ad altre del settore?

  • Di cosa si lamentano spesso i clienti?

  • L'organizzazione sta perdendo dipendenti?

  • Quali risorse mancano all'azienda, dai brevetti, ai finanziamenti, ai dipendenti, ecc?

Ecco qui sotto un esempio di analisi SWOT dei punti forti e punti deboli di un'attività che offre servizi, come uno studio di massoterapia:


Analisi swot: esempio punti forti e punti deboli

3. Opportunità


Possedere un'impresa significa cogliere l'attimo. Le opportunità di cui approfittare sono probabilmente le stesse per te e per la concorrenza, se non molto simili. Riconoscerle è il primo passo, e approfittarne prima della concorrenza è il secondo, possibilmente in un momento che sia il migliore per il tuo business. Ecco altre domande che è utile porsi per imparare come fare un'analisi SWOT nel modo migliore:


  • Quali sono le ultime tendenze nel campo del marketing? Per esempio, organizzare iniziative ecologiche, come usare degli imballaggi riciclati, o lavorare con gli influencer sui social media?

  • Ci sono eventi imminenti di cui approfittare per farsi pubblicità? Come, per esempio, una fiera, una festività o una ricorrenza

  • Nel tuo settore è possibile, per esempio, ricorrere a un fornitore più economico o eliminare un intermediario?

  • Hai l'opportunità di trasferirti in un edificio più grande o di trovare una location migliore per la tua attività?

  • La tua azienda potrebbe essere venduta? Oppure, sarebbe possibile espandersi, acquisendo aziende locali più piccole?


4. Minacce


Questi sono i fattori esterni che possono mettere un'azienda in cattiva luce. E proprio come le opportunità, le minacce sono spesso simili sia per te che per la concorrenza. Tuttavia, alcune minacce possono riguardare un'organizzazione o per un settore specifici, come uno scandalo di PR particolarmente negativo da parte di un cliente insoddisfatto. È estremamente importante imparare a mitigare queste minacce ed evitare che si trasformino in problemi più grandi in futuro.


Anche se le minacce vengono per ultime nell'analisi SWOT, potrebbe essere una buona idea affrontarle per prime sulla carta. Come per un piccolo incendio, se non si agisce rapidamente, le minacce possono talvolta causare danni irreparabili.


Ecco alcuni esempi di potenziali minacce:

  • Un cliente è molto scontento di un particolare prodotto o servizio

  • Il mercato è fluttuante, cioè i prezzi aumentano, i consumatori acquistano presso altri, ecc.

  • Ci sono nuovi regolamenti governativi a cui fare attenzione

  • Cos'è che gli altri fanno meglio? Fai qualche ricerca di mercato per scoprirlo

  • Nel prossimo futuro sarà disponibile una nuova tecnologia che potrebbe rendere obsoleti i prodotti o i servizi della tua azienda?

  • I consumatori non esprimono più interesse per i servizi offerti

Ecco qui sotto un esempio di analisi SWOT delle opportunità e delle minacce per un'attività che offre servizi, come lo studio di massoterapia di cui abbiamo parlato in precedenza:



Analisi swot: esempio opportunità e minacce

Stilare un piano


Una volta stabilite le componenti più importanti che influenzano il successo di un'azienda e della sua concorrenza, hai gli strumenti necessari per sviluppare una strategia. Creare un piano ti guiderà nel fare i miglioramenti necessari e a competere ad armi pari con la concorrenza.


Considera questi cinque passaggi per lavorare al tuo piano:

  • Ottieni un feedback sulla tua analisi SWOT dai tuoi dipendenti e da altre parti interessate

  • Se stai decidendo come aprire la tua attività, elabora un piano, che comporti l'uso dei punti di forza per contrastare le debolezze, trovando delle opportunità nelle minacce. Non dimenticare di aggiungere anche queste componenti al tuo business plan

  • Comunica le tue idee ai membri del tuo team, assicurandoti che tutti siano d'accordo e pronti ad assumersene le responsabilità

  • Dai la priorità ai tuoi punti d'azione, iniziando dai fattori più importanti (magari le minacce, se sono urgenti)

  • Esegui il tuo piano presentandolo al tuo team e assegnando a ciascun membro del team un compito da portare a termine per completare il piano

Poiché la tua azienda continuerà a crescere e a evolversi, l'analisi SWOT ritrae un momento specifico nel tempo. Molti di questi fattori sono soggetti a cambiamenti futuri ed è quindi buona norma ripetere l’analisi SWOT in maniera periodica, in modo da poter valutare correttamente la posizione e i progressi dell'azienda nel proprio settore.

Questo articolo ti è stato utile?