Loghi creativi: 25 esempi dei migliori loghi famosi


Illustrazione con diversi loghi famosi su sfondo azzurro


Un grande logo non nasce da un giorno all'altro. Certo, puoi creare il tuo logo usando palette di colori sorprendenti e una tipografia sensazionale, ma senza credibilità e autenticità dietro il tuo brand, il tuo logo potrebbe benissimo essere privo di significato. È la combinazione di azioni, valori del brand, prodotti e servizi tangibili e il modo in cui modellano la mente dei consumatori nel tempo che crea veramente un logo efficace, memorabile e iconico. Naturalmente, anche l'aspetto non è da tralasciare.


Se fatto bene, un logo può diventare parte della vita quotidiana dei tuoi consumatori, creare tendenze e persino influenzare la cultura pop. Che tua abbia appena iniziato, che tu stia attraversando un processo di rebranding, o sia semplicemente curioso su come creare un logo, abbiamo compilato una lista dei 25 migliori loghi da cui puoi trarre ispirazione per capire come creare un logo efficace e creativo.



01. Apple


Nessuna lista dei "migliori loghi" può essere completa senza includere il famoso simbolo della Apple, che è certamente uno dei loghi (e delle aziende) più riconoscibili e affidabili del nostro tempo. Il design della mela morsicata come lo conosciamo oggi è stato creato per la prima volta dal designer Rob Janoff nel 1977 come una riprogettazione del logo originale creato nel 1976 che raffigurava Isaac Newton sotto un albero di mele.


Nella sua prima composizione, il logo a forma di mela aveva audaci strisce arcobaleno, in quanto Apple aveva appena lanciato il primo computer domestico che mostrava grafiche a colori. Non è stato fino al lancio dell'iMac, nel 1998, che il logo è stato cambiato con un logo tutto nero - una versione più elegante e moderna, che oggi appare in grigio.


Janoff dice di aver disegnato strategicamente la mela con il morso per differenziarla da una ciliegia, specialmente quando viene rimpicciolita - una cosa importante da ricordare quando si progetta il logo. Semplice, efficace e immediatamente visibile, è uno dei loghi più famosi al mondo e sinonimo dei prodotti e dell'identità del brand di Apple.



diverse versioni del logo della apple nel tempo


02. Nike


Non importa dove ti trovi nel mondo, o che lingua parli, l'inconfondibile swoosh Nike può essere identificato ovunque. Probabilmente uno dei migliori loghi di tutti i tempi, fu incredibilmente disegnato da Carolyn Davidson, all'epoca una studentessa, che fu pagata in totale 35,00 dollari per il suo design (non preoccuparti, da allora è stata ripagata del suo lavoro).


Un logo astratto che utilizza una forma pulita, un segno di spunta, il design simboleggia il movimento e la velocità, e incarna esattamente ciò che il brand rappresenta. Si dice che Davidson abbia anche creato il logo per assomigliare a un'ala, in onore della dea greca della vittoria da cui Nike prende il nome. Anche se il design del logo non fu un successo immediato, dopo anni di sforzi di branding di successo, il logo Nike è diventato sinonimo di innovazione, ispirazione e sportività.



Logo Nike in nero


03. FedEx


Forse non lo sai, ma c'è un'immagine nascosta all'interno del logo di FedEx e, una volta che ne sei a conoscenza, non potrai più fare a meno di vedere. Nascosta tra lo spazio negativo della "E" e dellala "x" vedrai una freccia che simboleggia il brand e i suoi valori. È un esempio di logo creativo semplice, dove il genio è proprio nella sua semplicità.


Creato da Lindon Leader, il grande logo ha vinto diversi premi ed è stato persino incluso come uno dei venti design che hanno definito il mondo moderno. Il logo di FedEx è anche un grande esempio di come lo spazio negativo può essere usato efficacemente nel design del tuo logo per trasmettere il messaggio di un brand. Altri loghi famosi che usano lo stesso concetto sono quello della NBC, dello Zoo del Bronx e dell'Academy of Motion Picture Arts and Sciences, che usano lo spazio negativo in modo potente e creativo.



Esempio di logo Fedex


04. Twitter


Sicuramente uno dei migliori loghi in circolazione, il riconoscibile logo di Twitter è passato attraverso alcune varianti per arrivare ad apparire come l'amato uccellino che tutti vediamo oggi sui nostri feed social. Dal debutto di Twitter nel 2006, il logo ha subito diversi redesign, dal loro iniziale logo wordmark (in un'inaspettata palette di verdi), a quello che tutti conosciamo e amiamo oggi, un logo con la sola illustrazione del famoso uccellino blu. Quello che potrebbe sorprendervi è che 'L'uccellino Larry', 'Larry the Bird', prende il nome dal giocatore NBA dei Boston Celtic's, Larry Bird.


Perfino il nostro amico piumato ha avuto qualche restyling, e la versione semplificata che si usa ancora oggi è stata disegnata da Douglas Bowman nel 2012 per raffigurare un uccello blu di montagna. Non più soprannominato Larry, è semplicemente conosciuto come "Twitter Bird", questo logo esprime perfettamente la voce e il messaggio del brand (senza doversi preoccupare del numero di caratteri).



logo di twitter dal 2005 al 2012


05. Target


Ecco l'esempio di un logo che fa centro ogni volta: Target. Il logo del famoso brand è efficace sia per la sua inconfondibile combinazione di colori rosso e bianco, sia per il suo chiaro approccio al design. Potente, inequivocabile e difficile da ignorare, è uno dei migliori loghi per la sua semplicità.


Inoltre, il logo di Target comunica perfettamente la visione dietro il brand e letteralmente 'colpisce nel segno', trasmettendo i suoi obiettivi e l'obiettivo di "Aspettarsi di più. Pagare di meno".



migliore esempio di logo target


06. Shell


Uno dei migliori esempi di logo simmetrico, il marchio del brand Shell è il cuore dell'identità dell'azienda. Conosciuto come il Pecten, secondo Shell, è "l'incarnazione fisica di ciò che rappresentiamo e di come il nostro brand si è evoluto nel tempo". Quando la 'Royal Dutch Petroleum Company' e la 'Shell Transport and Trading' si fusero nel 1907, il nome e il simbolo di quest'ultima (Shell e il Pecten) divennero il nome abbreviato e l'emblema del nuovo gruppo Royal Dutch Shell, e da allora sono rimasti tali".


La classica conchiglia è passata attraverso diverse variazioni nel corso degli anni, ma mantiene sempre i valori del brand e rimane coerente utilizzando lo stesso riconoscibile schema di colori rosso e giallo. Una delle più forti multinazionali del petrolio e del gas, il logo Shell è una parte enorme del loro branding e del loro successo commerciale.



evoluzione del logo giallo e rosso di shell dal 1900 al 1999


07. Toys R Us


Luminoso e facilmente identificabile (in particolare dai bambini), il logo Toys R Us è degno di nota per i suoi colori audaci e la prominente "Я" al contrario che è difficile non notare. Un eccellente esempio di logo creativo, la forma attuale ha subito diversi cambiamenti dal suo umile inizio nel 1948, iniziando come "Children's Discount Supermarts / Supermarkets". Fu solo nel 1957 che il nome Toys "R" Us venne realizzato.


Anche se il carattere "Я" al contrario è in realtà preso in prestito dall'alfabeto cirillico ed è comune nelle lingue slave, è stato inteso per evocare un'immagine infantile e spensierata, come se l'avesse scritto proprio un bambino. Nel corso del tempo i colori del logo sono cambiati, hanno incluso una stella intorno alla "Я" e sostituito il carattere tipografico con uno più morbido, ma il nucleo dell'identità del brand è sempre rimasto lo stesso. Successo del logo a parte, Toys "R" Us, Inc. ha dichiarato bancarotta nel 2017, anche se si crede che possa ritornare sul mercato nel 2021.



Toys R Us esempio di logo colorato


08. Supreme


Inconfondibilmente audace, alcuni dicono che il logo Supreme, che utilizza il carattere Futura in un rettangolo rosso, è un'imitazione del lavoro dell'artista degli anni '70 Barbara Kruger. Questa è una discussione molto accesa che ha scatenato molte polemiche, soprattutto perché il lavoro della Kruger era radicato nell'anticapitalismo ed è ironicamente diventato uno status symbol e un fenomeno della street culture (o cultura di strada) per il brand.


Supreme è riuscita a massimizzare la sua credibilità all'interno della street culture e a espandersi in ogni tipo di prodotto e collaborazione con grandi brand come Nike e Louis Vuitton. È un grande esempio di come i loghi e il simbolismo influenzino la cultura e le nostre scelte di acquisto.



Logo supreme rosso


09. Mastercard


Ciò che è iniziato come la Interbank Card Association nel 1966 si è ora evoluto nei famosi cerchi rossi e arancioni del diagramma di Venn (o intreccio) che tutti conosciamo come il logo Mastercard. Grande esempio di un logo che è passato attraverso cambiamenti minimi e impercettibili nel corso del tempo, e, infatti, sono la coerenza e la linearità a renderlo così iconico.


Il logo ha mantenuto la sua combinazione di colori durante i suoi vari adattamenti (con lievi aggiustamenti di tonalità), e nella sua forma più attuale è conosciuto come "Mastercard Symbol" e appare senza alcun testo. Il simbolo parla immediatamente sia alle imprese che ai consumatori, essendo l'emblema riconoscibile che indica dove i pagamenti possono essere accettati sia nei negozi digitali che fisici.



logo mastercard cerchi rossi e gialli


10. Metropolitana di Londra


Che tu abbia visitato Londra o meno, è probabile che tu sia in grado di riconoscere gli autobus a due piani, il London Bridge e, naturalmente, il logo della metropolitana di Londra. Nonostante i molti tentativi di copiarlo o imitarlo in tutto il mondo, questo logo è veramente unico nel suo genere e un perfetto esempio di branding geografico.


Conosciuto come Roundel, questo logo che include un cerchio rosso con una barra blu è nato nel 1908, quando le diverse compagnie che operavano il sistema ferroviario volevano consolidare la loro immagine in un brand unico. Nel 1913, il carattere Johnston o Johnston Sans fu disegnato da Edward Johnston per rafforzare l'immagine aziendale dei trasporti pubblici londinesi.


Fino ad oggi, il logo della metropolitana di Londra incarna i servizi di trasporto della città ed è internazionalmente identificato come un'icona della città.



logo della metropolitana di londra tondo rosso con striscia blu e testo bianco


11. Tesla


Alcuni potrebbero obiettare che il logo creativo di Tesla assomiglia a cose diverse (a una T di fantasia o anche al naso di un gatto), ma secondo un tweet del CEO di Tesla, Elon Musk, "Come nel logo di SpaceX, la X rappresenta la traiettoria di un razzo, così la T di Tesla rappresenta la sezione trasversale di un motore elettrico."


Ciò che rende i colori del brand Tesla così avvincenti è la combinazione di un grigio robusto e di un rosso passionale abbinati a una modestia elegante che crea una sensazione opulenta. Essendo un brand che trasuda lusso e innovazione, il logo futuristico di Tesla è riuscito a trasmettere ciò che l'azienda rappresenta.



Logo Tesla in rosso


12. Airbnb


Quello che era iniziato come un'attività secondaria per aiutare a pagare l'affitto, si è trasformato in un brand globale che ha cambiato il volto del turismo e delle strutture ricettive. Cercando di creare un logo che catturasse perfettamente non solo l'identità del loro brand, ma anche i suoi valori, Airbnb ha voluto creare un simbolo unificante che potesse essere riconosciuto in ogni lingua o luogo.


Ciò che rende il logo di Airbnb così unico è che è altrettanto importante per il brand quanto lo è per i suoi utenti. Airbnb, infatti, voleva che i proprietari di casa che aprivano le loro case agli ospiti provassero un senso di orgoglio e fiducia quando lavoravano con il logo.


Conosciuto come il Bélo, questo simbolo è definito da Airbnb come "il simbolo universale di appartenenza". Dal design inclusivo e moderno, è un esempio di logo minimalista che in realtà contiene una combinazione di altri quattro simboli (la testa di una persona, un cuore, lo spillo della posizione e la lettera A), per mettere insieme in modo efficace le idee fondamentali dietro il brand.



logo airbnb


13. Chanel


Con un design che è sia ammirato che considerato uno status symbol chic, il logo di Chanel può certamente essere definito uno dei migliori. Come l'eleganza e lo stile senza tempo della casa di moda francese, il logo di Chanel non è mai cambiato e trasuda la stessa raffinatezza della stilista fondatrice, Coco Chanel. Si ritiene che le due C intrecciate e opposte rappresentino il suo nome.


Il logo monocromatico imita la semplicità dei design di moda della stilista. Riecheggia anche le forme geometriche e le linee pulite utilizzate in tutti i design del brand (come per esempio in alcune delle borse più iconiche di tutti i tempi).


Il lussuoso logo in bianco e nero che utilizza il logotipo Chanel (usando solo lettere maiuscole) appare in due forme, testo nero su sfondo bianco, o, al contrario, il testo bianco su sfondo nero. Indipendentemente dalla versione utilizzata, è sempre en vogue.



logo chanel in bianco e nero


14. Starbucks


Quando vedi questo logo, ti sembra quasi di sentire l'odore del caffè o di sentire un barista che pronuncia male il tuo nome. Sinonimo di branding innovativo, Starbucks ha cambiato il modo in cui beviamo il caffè. E anche se il logo originale ha subito alcuni cambiamenti dall'inizio, l'idea di base è rimasta. Il logo emblema che contiene una sirena a due code, conosciuta anche come Sirena dalla mitologia greca, è diventato un'icona.


Sarà forse l'amichevole tavolozza di colori verde e bianco o il volto leggermente imperfetto della sirena che rende il logo così memorabile, ma si tratta di uno dei loghi più identificabili al mondo. La versione più recente del design del logo non utilizza più il nome del brand all'interno del cerchio o le stelle che si trovavano su entrambi i lati, ma piuttosto una versione semplificata che mette la Sirena al centro.



diverse versioni del logo di Starbucks dal 1971 al 2011


15. Pringles


Tutti conosciamo il memorabile tormentone "Tutto il divertimento in un pop", ma che dire dell'adorabile ometto Pringles nel logo? Un perfetto esempio di mascotte, conosciuto come "Mr. Pringle", l'amabile portavoce del brand fu disegnato per la prima volta nel 1967. I tratti del viso e i suoi capelli sono passati attraverso diversi cambiamenti sin dall'inizio, mentre i suoi baffi sono sempre rimasti intatti (tranne che per una singola rasatura a sostegno di Movember).


Nel 2020, il look di Mr. Pringle è stato semplificato, seguendo una tendenza nella semplificazione dei loghi che abbiamo visto anche in altri marchi come Uber e Netflix. La versione minimalista di Mr. Pringle ha perso i capelli, ma ha guadagnato le sopracciglia e il suo papillon è leggermente più raffinato. Inoltre, il nome del brand è rimasto, ma è stato ridimensionato.


Purtroppo, il nuovo Mr. Pringle non è stato ben accolto dai consumatori che preferiscono la versione originale del logo. Indipendentemente dal leggero contraccolpo, non c'è nulla di male nell'aggiornare il tuo logo (ti consigliamo di prendere in considerazione un aggiornamento ogni 5 anni) per assicurarti che il tuo brand appaia fresco e aggiornato. Detto questo, la coerenza è sempre la chiave, il che significa che dovresti considerare sottili aggiustamenti qua e là piuttosto che un completo rebranding.



diverse versioni del logo Pringles dal 1967 al 2020


16. CNN


CNN, che sta per Cable News Network, ha iniziato ad operare nel 1980, e il loro distinto logo è rimasto quasi invariato dal suo design originale. Il fatto che il canale di notizie non abbia quasi mai cambiato il suo logo in tutti questi anni è una decisione intenzionale di branding, volta a riflettere la coerenza e la stabilità del loro giornalismo.


Progettato da Anthony Guy Bost, il logo della CNN è audace e inconfondibile, e abbina una tonalità rossa brillante con un carattere tipografico arrotondato personalizzato. È semplice, senza tempo e continua a rappresentare il canale di notizie come un'autorità nel giornalismo globale.



logo rosso CNN


17. Roots


Il brand di abbigliamento canadese Roots Canada, più comunemente conosciuto come Roots, è iconicamente canadese come lo sciroppo d'acero o l'hockey. Il logo creativo del brand accoppia il nome del brand e un'illustrazione nello stesso design. Il design distintivo include un castoro, l'animale per eccellenza originario del Canada, insieme al carattere tipografico Cooper Black.


Progettato nel 1970 da Robert Burns e Heather Cooper, il logo è diventato analogo alla cultura canadese. Un logo simile è usato per Parks Canada, l'ente per la protezione di parchi e riserve naturali gestito dal governo, che supporta ulteriormente Roots, un brand noto per la sua attenzione alla sostenibilità e alle questioni ambientali, promuovendo prodotti realizzati localmente in Canada.



logo verde Roots Canada con castoro


18. Adidas


Quando vedi tre strisce parallele è difficile non pensare ad Adidas, che in realtà ha tre versioni del suo logo geometrico. Originariamente chiamato "Dassler Shoes'', questo brand globale per il fitness e lo sport ha una storia complessa ed è intrinsecamente legato a un brand rivale, Puma. Infatti, i due marchi sono di proprietà di due fratelli, Adidas di Adolf Dassler e Puma di Rudolph Dassler, in lite da oltre 70 anni.


Il brand, che originariamente aveva iniziato producendo scarpe sportive, aveva messo tre strisce sul lato di tutti i suoi modelli di scarpe, compreso il paio indossato notoriamente dal corridore Jesse Owens, vincitore delle Olimpiadi del 1933. Fu solo nel 1971 che venne introdotto il nuovo logo 'trefoil' di Adidas, che, mantenendo le stesse tre strisce, ora rappresentava il Nord America, l'Europa e l'Asia, dove venivano venduti i prodotti del brand. Ci sono altre due versioni del logo a tre strisce che includono la forma a "montagna" e il cerchio.


Anche se il logo è stato rivisto nel tempo, le tre strisce che incarnano il brand sono sempre rimaste. Adidas ha un'identità di brand inconfondibile e una fedeltà al brand da parte dei suoi consumatori globali. Sulla stessa linea, il loro design del logo è coerente e minimale, e per questo potente, ed è diventato un simbolo influente.



logo adidas tre strisce bianco e nero dal 1949 al 2005


19. Xbox 360


Dato che il branding è altrettanto evidente sulle piattaforme digitali, l'idea dei loghi 3D continua a guadagnare terreno. I loghi 3D sono accattivanti e saltano letteralmente agli occhi dei consumatori, rendendoli una scelta potente per vari brand. Un esempio è il logo di Xbox 360, che ha subito molti aggiornamenti, proprio come la console di gioco stessa.


Anche se ci sono stati sottili cambiamenti, la "X" è sempre rimasta. Era il 2001 quando alla "X" fu dato un aspetto tridimensionale usando un gradiente verde su uno sfondo bianco. Nel 2005, il nome del brand è stato semplificato a un carattere sans-serif e la "X" è stata messa dentro una sfera. Lo stesso concetto di base è rimasto intatto da allora, con aggiustamenti alla tavolozza dei colori di questo logo creativo.


Tuttavia, nel 2019 il logo è stato nuovamente modificato. Oggi, il logo Xbox appare solo in nero, un cambiamento drastico dal familiare verde che ha usato per tanti anni. È una versione aggiornata e semplificata dell'originale che appare più elegante e potente, pur rimanendo fresca e rilevante.