Creare una newsletter: la soluzione perfetta per la promozione del tuo sito web



Come creare newsletter


Come parte del tuo sforzo per aumentare il passaparola attorno al tuo brand, potresti considerare di creare una newsletter via email. Questo piccolo ma potente contenuto è uno strumento prezioso per comunicare con i tuoi abbonati, rafforzare la consapevolezza verso il tuo brand e costruire la fedeltà dei clienti.


A causa della miriade di benefici di una newsletter, la tentazione di iniziare subito è forte. Tuttavia, dovrai prima essere familiare con il processo di creazione di una newsletter, per assicurarti di non tralasciare nessun elemento cruciale. Questo include la selezione di template brandizzati per le tue campagne, l'elaborazione di oggetti convincenti per le tue mail e la scrittura di CTA (Call to action o chiamate all'azione) cliccabili.


Dalla scelta di un servizio di email marketing alla creazione di contenuti persuasivi, ecco la checklist completa su come creare una newsletter per la promozione del tuo sito web.



Come creare una newsletter

  1. Scegli una piattaforma

  2. Decidi obiettivi chiari

  3. Costruisci la tua lista di email

  4. Attieniti ai requisiti legali

  5. Segmenta il tuo pubblico

  6. Decidi cosa includere

  7. Seleziona un template di newsletter

  8. Controlla la dimensione della tua newsletter

  9. Scrivi contenuti convincenti

  10. Aggiungi immagini accattivanti

  11. Crea delle CTA efficaci

  12. Collega le tue pagine sui social media

  13. Crea un oggetto accattivante

  14. Crea il testo alternativo e il testo semplice

  15. Modifica e prova

  16. Invia la tua prima newsletter

  17. Analizza i risultati



01. Scegli una piattaforma


Il primo passo è selezionare un servizio di email marketing che faccia al caso tuo. Avere una buona piattaforma è fondamentale per creare una newsletter efficace, in quanto ti aiuta a pre-programmare le email e ad analizzare il successo del tuo lavoro.


Anche se ci sono una varietà di servizi di qualità disponibili, noi raccomandiamo il servizio di email marketing di Wix, per i suoi modelli accattivanti e le funzionalità di invio automatico. Inoltre, include anche l'analisi avanzata dei dati, che ti aiuta ad analizzare il successo del tuo lavoro e ad ottimizzare le tue campagne.



Come fare una newsletter: servizio di email marketing


02. Decidi obiettivi chiari


Le newsletter via email possono soddisfare una varietà di scopi: sia che si tratti di aggiornare i tuoi clienti sulle ultime notizie o di catturare più clienti potenziali. Ecco perché è importante avere ben chiari in mente i tuoi obiettivi prima di iniziare a scrivere la prima parola della tua newsletter.


Conoscere i tuoi obiettivi ti preparerà al meglio per scrivere contenuti che siano allineati con le esigenze della tua attività - e per misurare i tuoi progressi una volta che avrai inviato la tua newsletter.


Alcuni possibili obiettivi della tua newsletter potrebbero essere:

  • Condividere notizie sulla tua azienda, prodotti o settore

  • Affermarti come autorità nel tuo campo

  • Migliorare il coinvolgimento dei clienti con il tuo brand

  • Guidare il traffico verso il tuo sito web

  • Catturare potenziali clienti o lead


Nota che, anche se vorrai che molte persone aprano e leggano la tua newsletter, il tuo obiettivo principale dovrebbe andare oltre l'ottenere semplicemente degli iscritti. Il tuo obiettivo dovrebbe infatti riflettere quello degli sforzi di marketing del tuo business più in generale - ottenere più traffico sul sito web, fare più vendite, o la promozione del tuo brand.



03. Costruisci la tua lista di email


Una volta che hai deciso gli obiettivi che vuoi raggiungere con la tua newsletter, è il momento di tuffarsi nei dettagli. Il primo passo è quello di trovare un pubblico e far crescere la tua base di abbonati.


Fai attenzione a non spammare gli indirizzi con contenuti indesiderati; una persona deve iscriversi volontariamente per ricevere una newsletter. Ci sono alcuni modi semplici per far iscrivere le persone:


  • Crea dei moduli dove viene richiesto il consenso: questi sono moduli dove i visitatori del tuo sito esprimono il loro consenso e riconoscono l'interesse per il tuo prodotto e ti autorizzano a contattarli. Per incoraggiare gli utenti ad iscriversi, crea moduli per l'iscrizione alla tua newsletter sottoforma di slide-in, pop up o box a comparsa presenti sulle tue pagine web

  • Utilizza i moduli d'iscrizione: per convincere i visitatori a iscriversi alla tua newsletter, puoi creare dei moduli di iscrizione e aggiungerli in vari punti del tuo sito, come nel piè di pagina, nella barra laterale o nella barra di navigazione. Puoi anche metterne uno in una pagina separata di iscrizione alla newsletter, in modo da poterlo collegare in diversi punti del tuo sito

  • Condividi il tuo modulo d'iscrizione sui social media: se le persone ti seguono sui social media, è probabile che siano interessate alla tua newsletter. Quando condividi dei post del tuo blog, video e altri contenuti sulle tue pagine social, chiedi agli utenti di iscriversi alla tua newsletter e pubblica un link al modulo

  • Chiedi di iscriversi nei post del blog: concludi i post del tuo blog chiedendo ai lettori di iscriversi alla tua newsletter. Se hanno letto il tuo articolo fino in fondo, potrebbero essere molto interessati a volerne sapere di più



04. Attieniti ai requisiti legali


Come la maggior parte delle cose nella vita, l'email marketing richiede conformità legale. Mentre costruisci la tua lista di email, controlla attentamente per assicurarti di seguire tutte le regole. In particolare, tieni in considerazione queste due leggi:


  • CAN-SPAM: questa legge richiede che tu includa il tuo indirizzo email nel piè di pagina delle tue email, così come un modo semplice per gli utenti di annullare la loro iscrizione

  • GDPR: questa legge sulla privacy impone di inviare newsletter via email solo alle persone che hanno dato attivamente il loro consenso a ricevere le tue mail. Nota che "attivamente" significa che non è possibile selezionare la casella di spunta per l'iscrizione alla newsletter per impostazione predefinita; al contrario, gli utenti devono decidere da soli se selezionarla



05. Segmenta il tuo pubblico


Proprio come devi decidere gli obiettivi per le tue email, dovresti anche identificare il pubblico target della tua newsletter. Questi due elementi lavorano insieme per definire sia il tipo di contenuto che vorrai condividere, sia il modo in cui vorrai presentarlo.


Spesso, le aziende scoprono che il pubblico di destinazione della loro newsletter riflette in generale la loro base di iscritti. Altre volte, tuttavia, potresti voler creare delle newsletter dedicate a segmenti specifici di iscritti. Per esempio, potresti voler inviare newsletter diverse alle persone in base ai loro dati demografici (come l'età o il sesso), la posizione geografica o la loro cronologia degli acquisti.


Puoi segmentare il tuo pubblico in qualsiasi fase per ottimizzare le tue campagne o eseguire la manutenzione della tua lista di iscritti. Detto questo, è una buona idea prendere nota del tuo pubblico di riferimento prima di mettere insieme il contenuto della tua newsletter. Questo ti permetterà di tenere a mente i tuoi destinatari durante la compilazione del contenuto e la scrittura del testo.



06. Decidi cosa includere


Il passo successivo nella creazione di una newsletter è quello di decidere quali contenuti includere nelle tue email. L'idea è quella di scegliere un contenuto che non solo sia strategico per il tuo brand, ma che offra anche valore ai tuoi abbonati.


Ecco alcuni esempi di contenuti utili e di valore che puoi considerare per la tua newsletter:

  • Istruzioni per l'uso

  • Post del blog

  • Rassegne di post sul tuo blog

  • Notizie di settore

  • Interviste con esperti

  • Casi di studio

  • Video su YouTube

  • Webinar

  • Riassunti di eventi

Potrebbe anche essere utile decidere che ogni email della tua newsletter ruota intorno a un argomento specifico nel tuo settore. Per esempio, potresti avere un'email sulle strategie di marketing e un'altra sui consigli per le piccole imprese. Anche se questo non è cruciale, aiuta a dare un senso di messa a fuoco e di coesione alle tue newsletter - e può aiutarti a far sì che i tuoi iscritti non vedano l'ora di scoprire l'argomento successivo.


07. Seleziona un modello di newsletter


A questo punto, sai cosa includere nella tua newsletter, per chi la stai scrivendo e quali sono i tuoi obiettivi nell'inviarla. Ora è il momento di scegliere un template per la tua newsletter che servirà come cornice visiva per il tuo messaggio. Anche se è possibile creare il proprio modello da zero, sceglierne uno di già pronto ti permette di risparmiare tempo e non richiede un designer professionista.


Non riesci a scegliere un modello tra tutte le opzioni disponibili? Ecco alcuni fattori da considerare:


  • Spaziosità: anche se vorrai comunque mantenere il tuo testo succinto, controlla che il tuo modello abbia abbastanza spazio per adattarsi al testo che vuoi includere

  • Semplicità: nessuno ti impedisce di creare una newsletter appariscente se pensi che si adatti all'identità del tuo brand. Ma per la maggior parte di noi, la scelta di testo e colore semplici funzionano alla grande, e rendono l'email più scorrevole (un grande vantaggio per i lettori)

  • Design mobile friendly: il mobile rappresenta la metà di tutto il traffico internet. Studi hanno dimostrato che, se le tue email non hanno un buon aspetto su mobile, fino al 15% degli utenti potrebbe annullare la loro iscrizione. Per questo motivo, è fondamentale che la tua newsletter abbia un ottimo aspetto anche sui dispositivi mobile, cosa di cui i migliori strumenti di email marketing, come Wix, si preoccupano automaticamente


Una volta che hai scelto il tuo modello, assicurati di personalizzarlo con i colori del tuo marchio e il tuo logo.



08. Controlla la dimensione della tua newsletter


La maggior parte dei provider di servizi email hanno una dimensione predefinita per la newsletter di 600px di larghezza, con un margine di 30px su tutti i lati. Una volta che hai personalizzato il tuo modello di newsletter, controlla con attenzione che nulla venga tagliato fuori. Punta, per la tua newsletter, a un design che rientri nella larghezza standard di 600px.


Quando si tratta della lunghezza della tua newsletter, una buona regola generale è quella di evitare di far scorrere il lettore verso il basso per più di un secondo. Se la tua email è lunga e prolissa, i tuoi lettori potrebbero non raggiungere il tasto o il link che li porta al tuo sito. Inoltre, alcuni filtri antispam potrebbero identificare le newsletter più lunghe come spam. Per questo motivo, limita la lunghezza della tua newsletter.



09. Scrivi contenuti convincenti


La maggior parte delle persone vogliono email da poter scansionare velocemente. Ecco perché, nello spirito di mantenere la tua newsletter breve e leggibile, rendi il tuo testo scritto il più conciso possibile.


Nella stessa ottica, vorrai inserire le informazioni più importanti al primo posto per gli iscritti che leggono velocemente. Questa è la chiave di volta di una tecnica di scrittura chiamata la piramide rovesciata, in cui riassumi prima le informazioni più critiche, e poi segui con dettagli di supporto.


La tua linea di apertura può assumere una varietà di forme, sia che si tratti della promozione di un prodotto, una notizia importante del settore o un post strategico del blog che vuoi evidenziare.


La chiave è di mettere queste informazioni nella prima parte della tua newsletter (sopra il punto in cui un lettore dovrebbe inziare a scorrere). In questo modo, i lettori presteranno la massima attenzione ai tuoi contenuti più importanti.



10. Aggiungi immagini accattivanti


Mentre scrivi il contenuto della tua newsletter, dovresti anche considerare quali immagini vuoi usare per accompagnare il testo. Assicurati di scegliere immagini che catturino l'attenzione dei tuoi iscritti, e che riflettano accuratamente il tuo brand. Se stai condividendo un post del tuo blog, una scelta efficace potrebbe essere quella di mettere l'immagine di questi articoli in primo piano all'interno della tua newsletter.


Ricordati di considerare anche la dimensione delle tue immagini. Se il file dell'immagine è troppo pesante, l'email potrebbe non aprirsi. Per aiutarti a ottenere le dimensioni che vuoi per le tue immagini, puoi usare uno strumento di ridimensionamento delle immagini.



11. Crea delle CTA efficaci


Le CTA, o chiamate all'azione, sono forse la parte più critica della tua newsletter. Queste piccole sollecitazioni sono quelle che motivano gli utenti a compiere un'azione specifica, sia che si tratti di andare sul tuo sito o di fare un acquisto.


Per creare delle CTA che funzionino:

  • Scegli un colore contrastante che si distingua dal resto del contenuto della tua newsletter

  • Posizionalo nella prima parte della newsletter, in modo che sia altamente visibile

  • Usa parole d'azione per incoraggiare direttamente i lettori a fare qualcosa, come "Scopri di più" o "Compra ora"



12. Collega le tue pagine social


Proprio come usi i social media per promuovere la tua newsletter, puoi anche fare il contrario: usare la tua newsletter per guidare i lettori verso i tuoi profili social.


Vorrai comunque che la tua CTA sia l'elemento principale della newsletter, ma puoi usare i tasti social per incoraggiare gli iscritti a dare un'occhiata ai tuoi profili e a seguirti.



13. Crea un oggetto accattivante


L'ultima cosa che vuoi è che gli iscritti ignorino i tuoi messaggi. Per incoraggiarli ad aprire le tue newsletter, crea un oggetto degno di clic. Dovrai provare per scoprire quali tipi di oggetto funzionano meglio per il tuo pubblico, ma mira a qualcosa che prometta un valore immediato.



14. Crea del testo alternativo e del testo semplice


C'è un tocco finale di cui hai bisogno per concludere il tuo duro lavoro: testo alternativo e testo semplice.


Il testo alternativo è il testo descrittivo che appare quando un'immagine non si carica. Questo è essenzialmente una rete di sicurezza in modo che i destinatari sappiano cosa stanno guardando, anche quando le tue immagini non si caricano correttamente.


Dovresti anche controllare che la tua newsletter abbia un buon aspetto in testo semplice. Si tratta di un formato di testo standard che sarà visualizzato da tutti gli iscritti che usano client di posta elettronica che non possono mostrare correttamente l'HTML. Anche senza tutto il tuo design, la newsletter deve essere leggibile e dovrebbe essere chiaro di cosa tratta il testo.



15. Modifica e prova


Ora che la tua prima newsletter è pronta, è il momento di rivederla prima di inviarla al mondo.


Per prima cosa, usa un secondo o anche un terzo paio di occhi per controllare e modificare il tuo contenuto. Assicurati che il design sia formattato correttamente e che non ci siano errori di battitura o grammaticali.


Poi, invia un'email di prova a un collega o un amico. Chiedigli di controllare se il design si carica correttamente e se tutti i link funzionano. Suggerimento: prova la tua newsletter su diversi browser e provider di posta elettronica per assicurarti che si veda bene sulle piattaforme più popolari.



16. Invia la tua prima newsletter


Ora, il momento che stavi aspettando. Una volta che hai controllato e testato più volte la tua newsletter, è il momento di inviarla al tuo pubblico.



17. Analizza i risultati


Aspetta qualche giorno dopo aver inviato la tua newsletter, e poi analizza i dati. Come è andata la tua newsletter? Come userai queste informazioni per migliorare la prossima?


Ecco i dati di email marketing più importanti a cui prestare attenzione:

  • Tasso di consegna: la percentuale di email che sono state consegnate con successo ai tuoi iscritti

  • Tasso di apertura: la percentuale di email consegnate che sono state aperte

  • Clic: il numero di persone che hanno cliccato su un link all'interno dell'email

  • Tasso di rimbalzo: la percentuale di email che non sono state consegnate

  • Rapporti di spam: il numero di email segnalate come spam

Una volta che avrai questi dati, fai un brainstorming su come puoi migliorare la tua prossima newsletter aumentando il tasso di consegna, il tasso di apertura e i clic, e riducendo il tasso di rimbalzo e le segnalazioni di spam. Per esempio, se il tuo tasso di apertura è basso, potresti aver bisogno di migliorare il tuo oggetto. Se, d'altra parte, non stai ottenendo molti clic all'interno della tua email, potresti aver bisogno di rielaborare il tuo testo o ottimizzare le tue CTA.



come fare una newsletter: analisi delle email


Vantaggi nel creare una newsletter


A questo punto, sai come creare una newsletter per la promozione del tuo sito web dall'inizio alla fine, dalla scelta di una piattaforma di email marketing, all'analisi dei risultati. Mentre metti a punto la strategia per la tua newsletter, scoprirai che averne una porta una varietà di vantaggi, tra cui:


  • Costruire relazioni più profonde con i tuoi clienti

  • Stabilire te stesso o la tua azienda come un esperto del settore

  • Raggiungere i tuoi abbonati con contenuti personalizzati

  • Aumentare il traffico verso il tuo sito web

  • Generare lead e aumentare le vendite


Se non hai ancora iniziato a creare la tua newsletter, ora hai quello che ti serve per creare contenuti efficaci e cliccabili.




Il team di Wix

Immagine per mobile

Questo blog è stato creato con Wix Blog