Dropshipping: che cos'è e come può far crescere il tuo business



Vuoi avviare un'attività di dropshipping o espandere il tuo inventario? Che tu voglia vendere cuffie wireless o paperelle di gomma, il dropshipping è un modo a basso rischio per guadagnare online.



Scopri di più sul dropshipping e come iniziare:

  1. Che cos'è il dropshipping

  2. Come funziona il dropshipping

  3. Pro e contro del dropshipping

  4. Come fare dropshipping

  5. Domande frequenti sul dropshipping

  6. La tua prima vendita in dropshipping



01. Che cos'è il dropshipping


Il dropshipping è un tipo di vendita al dettaglio che ti consente di vendere prodotti senza dover gestire l’inventario. L’idea del dropshipping è di connetterti direttamente con i fornitori dei prodotti che intendi vendere online. I clienti effettuano l’acquisto sul tuo sito, e tu devi semplicemente mandare l’ordine al fornitore di quel determinato prodotto.






A differenza della tradizionale vendita al dettaglio online, il dropshipping evita che il commerciante debba gestire gli ordini direttamente. Ciò significa meno stress, costi di produzione più bassi, nessuna gestione dell’inventario o costi di spedizione. Quindi, quali sono le responsabilità di chi gestisce un’attività di dropshipping? Scegliere i prodotti, creare campagne pubblicitarie e fornire un ottimo servizio clienti.



02. Come funziona il dropshipping


Ecco come è strutturato il flusso di un’attività di dropshipping:

  • Scelta dei prodotti. Questi possono essere ordinati da fornitori indipendenti o tramite l’integrazione con un dropshipping marketplace.

  • Importazione degli articoli nel tuo negozio online e impostazione dei prezzi. Hai il pieno controllo sui prezzi e sui margini di profitto.

  • Ricezione degli ordini dei clienti. Gli acquirenti cercano gli articoli che desiderano, li aggiungono al carrello e pagano direttamente sul tuo sito.

  • Spedizione degli ordini dei clienti al fornitore. Inoltra gli ordini dei clienti e i dettagli di spedizione. Paghi direttamente il fornitore per conto dei tuoi clienti, sulla base dell’ordine che hanno effettuato.

  • Spedizione degli ordini tramite il fornitore. Il tuo fornitore spedisce ogni ordine direttamente agli indirizzi dei tuoi clienti che gli hai precedentemente comunicato. Riceverai un numero di tracciabilità integrato nel sistema, in modo da poter aggiornare i tuoi clienti sullo stato della loro spedizione. Se il fornitore ne offre la possibilità, puoi addirittura chiedergli di applicare il tuo logo sulla confezione.



03. Pro e contro del dropshipping


Vuoi fare dropshipping in Italia? Ecco alcuni punti da tenere in considerazione:


I pro del dropshipping

  • Puoi aprire un negozio online in maniera veloce, e con un inventario già pronto per l'uso. Il dropshipping semplifica la gestione di un negozio e dell’inventario. Basta scegliere i prodotti da offrire, aggiungere un metodo di pagamento e configurare il negozio online.

  • Permette di espandere l’offerta dei prodotti. Lo spazio disponibile in magazzino non è più un fattore determinante per l’assortimento dei prodotti venduti.

  • Minimizza i costi. I costi di produzione e inventario sono coperti dai fornitori di attività di dropshipping. In questo modo, il rivenditore può concentrare il suo budget e tempo per migliorare il sito web e per le attività di marketing.

  • Ti permette di operare da qualsiasi luogo. Non c’è bisogno di avere un magazzino per i prodotti che vendi, puoi gestire la tua attività di dropshipping ovunque tu sia, basta avere una connessione WiFi.

  • Puoi testare i prodotti di volta in volta e adeguare rapidamente il tuo inventario sulla base delle ultime tendenze. Il fatto che i fornitori gestiscono l'inventario significa maggiore flessibilità nella scelta dei prodotti. Se un prodotto non vende, puoi facilmente rimuoverlo dal tuo sito e sostituirlo con un altro prodotto più di tendenza.


I contro del dropshipping


  • Non hai controllo totale sulla qualità del prodotto venduto. Se lavori con fornitori indipendenti, è più difficile sapere se i prodotti che vengono spediti ai clienti rispettano i tuoi parametri qualitativi. Allo stesso tempo, però, puoi assicurarti dell'affidabilità dei fornitori entrando a far parte di un dropshipping marketplace come Modalyst.

  • Rispondere alle domande dei clienti potrebbe risultare più difficile. A meno che tu non abbia esperienza con i prodotti che vendi, potrebbero sorgere domande alle quali non sai rispondere efficientemente. Per minimizzare il rischio di fornire un servizio clienti scadente, assicurati di avere un canale di comunicazione diretto e rapido con tutti i tuoi fornitori.

  • Sii pronto a gestire resi e cambi. A seconda dei fornitori, potrebbe essere necessario gestire anche il processo di rimborso direttamente sul tuo sito.

  • Le spese di spedizione dipendono dalla posizione del tuo fornitore, non dalla tua. Se i clienti vivono lontano da dove sono immagazzinati i tuoi prodotti, la spedizione sarà più costosa. Questo può essere sia un vantaggio che uno svantaggio. Ad esempio, se la tua attività di dropshipping è in Italia ma il tuo fornitore si trova in Inghilterra, i costi di spedizione saranno più bassi per i tuoi clienti inglesi rispetto a quelli italiani.



04. Come fare dropshipping


Hai deciso di voler iniziare a fare dropshipping? Ecco come farlo funzionare al meglio per la tua attività di e-commerce.


Crea il tuo negozio online


Avvia la tua attività di dropshipping costruendo innanzitutto il tuo sito e-commerce. Con Wix, puoi scegliere tra centinaia di template per negozi online personalizzabili. Puoi inoltre registrare un dominio unico per il tuo sito in modo che i clienti possano trovarti online facilmente.


Scegli i prodotti da vendere


Con centinaia di categorie e milioni di prodotti tra cui scegliere, è difficile decidere a quali prodotti limitare la tua offerta.


Inizia identificando la tua nicchia di mercato. Se ti concentri su prodotti di nicchia, puoi vendere in modo più efficace a un pubblico specifico. E specifico non significa necessariamente piccolo; il tuo mercato di nicchia può essere ampio - da amanti della pesca a fan della musica pop, per esempio. Puoi utilizzare strumenti come Google Trends e gli elenchi dei bestseller del tuo mercato di riferimento per ricercare gli interessi dei tuoi acquirenti. Scopri cosa vogliono acquistare i tuoi utenti, trova un fornitore e inizia a vendere.


I prodotti di tendenza possono essere particolarmente redditizi, quindi fai una ricerca preventiva per trovare i prodotti emergenti nella tua nicchia di mercato. La cosa positiva del dropshipping è che non devi preoccuparti di fare scorta del tuo inventario. Se un prodotto che era di tendenza ieri oggi non lo è più, puoi semplicemente cambiare fornitore o prodotti offerti.


Trova un fornitore


Trovare fornitori dropshipping in modo indipendente richiede un'intensa ricerca. Se desideri mantenere una fornitura indipendente, puoi cercare fornitori su Google e contattare i grossisti dropshipping che ti sembrano affidabili. Puoi anche dare un’occhiata alle recensioni degli altri commercianti per aiutarti a decidere con quale fornitore collaborare.


Per semplificare il processo e ampliare la scelta dei prodotti, puoi affidarti ad un dropshipping marketplace. Si tratta di una rete di prodotti dropshipping che ti dà accesso a milioni di prodotti da fornitori accuratamente controllati e sui quali puoi contare.






In alternativa, puoi vendere i tuoi prodotti brandizzati con un servizio di stampa on demand. La stampa on demand è un’altra forma di dropshipping. L’acquisto dei prodotti brandizzati avviene sul sito, mentre la realizzazione e la spedizione sono gestite dal fornitore. Il fornitore può anche applicare i tuoi design personalizzati sugli articoli che desideri. Seleziona i prodotti che vuoi personalizzare, aggiungi i tuoi design o il logo del brand, e mostra i prodotti nel tuo negozio online.


Aggiungi prodotti al tuo negozio online


Modifica l’elenco dei prodotti nel tuo negozio e-commerce. Personalizza le pagine dei prodotti con i dettagli degli articoli, immagini e video di alta qualità che rendono fede al tuo marchio.


Poi imposta il prezzo e le informazioni sulla spedizione. Quando decidi i prezzi dei prodotti, pensa al tuo margine di profitto e tieni conto dei costi all'ingrosso e di spedizione. Trova il giusto equilibrio tra le tue entrate e prezzi accessibili per i tuoi clienti.


Aiuta i clienti a trovare esattamente quello che stanno cercando, mettendoti nei loro panni. Visualizza il tuo negozio online dal punto di vista degli acquirenti, per avere una visione d’insieme ed oggettiva riguardo alla loro esperienza sul tuo sito. Crea filtri, categorie e raccolte per i tuoi prodotti, in modo che siano ordinati e facilmente accessibili.


Promuovi il tuo business


Una volta importati i prodotti di dropshipping nel negozio online, è il momento di iniziare a promuovere la tua attività. Inizia creando un piano di marketing che abbia senso per i tuoi acquirenti target.


Ecco 5 elementi che ti consigliamo di includere nella tua strategia di marketing online:


  • Branding: utilizza un design coerente su tutti i canali per dare un'identità al tuo marchio. Crea un logo che sia chiaro e memorabile. Scrivi contenuti utilizzando termini chiari e alla portata dei tuoi clienti.

  • SEO (ottimizzazione per i motori di ricerca): una strategia SEO permette al tuo brand di essere trovato su Google più facilmente. Utilizza parole chiave pertinenti alla tua nicchia di mercato ed incorporarle in modo quanto più naturale nelle pagine del sito e nei contenuti del blog.

  • Email marketing: incentiva i tuoi abbonati con sconti esclusivi e condividili via mail. Puoi anche impostare mail automatiche che notifichino i tuoi clienti ogni qual volta lasciano dei prodotti nel loro carrello per un determinato periodo di tempo.

  • Social media: utilizza i canali social del tuo business per fare marketing. Pubblica suggerimenti, foto di prodotti, video promozionali e testimonianze dei clienti per coinvolgere i tuoi follower.

  • Ads online: raggiungi nuovi clienti con campagne pubblicitarie su Facebook, Instagram e sui motori di ricerca. Questi canali online ti danno la possibilità di mostrare i tuoi ads solo ad un determinato pubblico di tuo interesse, massimizzando così l’efficacia della pubblicità.



05. Domande frequenti sul dropshipping


Il dropshipping è legale?


Il dropshipping è assolutamente legale, dal momento che si tratta della vendita di prodotti con l'autorizzazione dei fornitori. Per essere trasparente con i tuoi clienti, assicurati che anche le tue campagne pubblicitarie siano oneste e di rispettare le leggi sull'imposta sulle vendite online.


Come guadagnano le attività di dropshipping?


Come per ogni business, anche le attività di dropshipping devono bilanciare costi e ricavi. Bisogna tenere in considerazione i prezzi all'ingrosso dei prodotti che acquisti e i costi di marketing. Infine, è importante trovare il prezzo adatto ad ogni prodotto al fine di guadagnare più di quanto spendi per la tua attività di dropshipping.


La chiave per un margine di profitto dropshipping intelligente è avere prezzi competitivi. Ovviamente coprire i costi e guadagnare è sempre la priorità, ma allo stesso tempo assicurati di analizzare bene i prezzi offerti dalla concorrenza per prodotti simili. Questo ti permetterà di avere una gamma di prezzi ragionevole che, a lungo andare, avrà effetti positivi sulla fidelizzazione dei tuoi clienti.


Quanto costa fare dropshipping?


Ci sono 3 costi principali da tenere in considerazione quando si decide di avviare un'attività di dropshipping online:


  • Il costo di un piano e-commerce: da 17€ a 35€ al mese con Wix.

  • Il dominio del sito web: da 5€ a 20€, a seconda del nome di dominio che scegli. Con Wix, il tuo dominio è gratuito per il primo anno quando esegui l'upgrade a un piano Premium business ed e-commerce.

  • Attività di marketing: il costo dipende dalla strategia di marketing che decidi di adottare. Ogni piano Premium di Wix business ed e-commerce include strumenti di marketing professionali integrati. Ci sono poi da aggiungere costi extra, come gli annunci Facebook targettizzati per esempio.


Conviene fare dropshipping in Italia nel 2020?


La risposta a questa domanda dipende soprattutto da te. Ogni attività di dropshipping corre un rischio minimo, anche se è sempre importante tenere in considerazione che l’investimento è davvero basso e non esiste nessun impegno per quanto riguarda gli ordini. Questo ti dà l'opportunità di testare nuovi mercati e, si spera, di dare vita ad un business online di successo. Assicurati di fare ricerca preventiva quando decidi quali prodotti offrire e investi in una strategia di marketing efficace. Puoi anche dare di nuovo un’occhiata ai “pro e contro del dropshipping” che abbiamo elencato sopra.



06. La tua prima vendita in dropshipping


Immagina il momento in cui ricevi il tuo primo ordine sul sito. Innanzitutto, congratulazioni! Ecco che cosa succede subito dopo.


Una volta ricevuto l’ordine, le informazioni vengono inoltrate al fornitore. Dovrai innanzitutto pagare il fornitore per gli articoli ordinati. Il fornitore, poi, confeziona e spedisce l'ordine direttamente al cliente.


Molti fornitori non includono il loro marchio sulla confezione del prodotto, che è l'ideale se vuoi evitare che i tuoi clienti ti confondano con il fornitore. Ancora meglio, alcuni fornitori di attività di dropshipping ti permetteranno di inserire il tuo marchio o logo sulla confezione da loro imballata. Questo tipo di confezionamento ti aiuta a fidelizzare la clientela e a conferire al tuo marchio un senso di professionalità che rimarrà sicuramente impresso nella memoria del cliente.




Il team di Wix



















Immagine per mobile

Questo blog è stato creato con Wix Blog